Il movimento è salute

21 giugno 2018

News, Video

Il movimento è salute



La Campagna di comunicazione "Il movimento è salute. A tutte le età" è realizzata dal Ministero della Salute in collaborazione con il Coni e l'Istituto Superiore di Sanità. Tra i protagonisti i campioni olimpici Jury Chechi il "Signore degli Anelli", e la schermitrice Elisa Di Francisca.



Uno dei principali fattori di rischio per la salute degli individui è rappresentato dalla sedentarietà.
Lo svolgimento regolare dell'attività fisica, con i dovuti accorgimenti, ha un effetto benefico a tutte le età. Nei bambini favorisce un corretto sviluppo fisico e la socializzazione, negli adulti contribuisce a ridurre il rischio dell'insorgenza di malattie croniche (dal diabete alle patologie tumorali e cardiovascolari) e migliora la salute mentale, negli anziani migliora l'elasticità muscolare e svolge un ruolo di primaria importanza nella prevenzione della malattie cronico degenerative.
Nonostante i tanti benefici di salute collegati al regolare svolgimento di attività fisica, secondo i dati del sistema PASSI 2017, più del 32% degli italiani è da considerare sedentario.
Questo dato è ancora più preoccupante considerando che la percezione soggettiva del livello di attività fisica praticata non sempre corrisponde a quella effettivamente svolta: almeno un sedentario su cinque percepisce infatti come sufficiente il proprio impegno motorio quotidiano.

fonte: Ministero della Salute



Vedi anche:


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO



Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Ondate di calore. Come difendersi
Salute pubblica
01 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Ondate di calore. Come difendersi
Gli screening neonatali saranno realtà in tutta Italia
Salute pubblica
04 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Gli screening neonatali saranno realtà in tutta Italia
Allarme obesità in Italia. Il 19 maggio la giornata europea
Salute pubblica
03 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Allarme obesità in Italia. Il 19 maggio la giornata europea