L'azione antinfiammatoria del susino selvatico

16 maggio 2021
Aggiornamenti e focus

L'azione antinfiammatoria del susino selvatico


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

Prunus spinosa è il susino selvatico, o prugnolo, appartenente alla famiglia delle Rosacee. La tintura madre, ottenuta dai ramoscelli freschi, contiene: un derivato flavonico del chemplerolo ad azione antinfiammatoria e antiasmatica; vitamine del gruppo B; sostanze ad attività ipotensiva. Il nocciolo del frutto contiene acido cianidrico.

Principali indicazioni


Prunus spinosa è utilizzato soprattutto nella nevralgia del trigemino. Poi, a livello oculare, è molto utile per curare l'herpes zoster oftalmico; sempre al livello dell'occhio rappresenta una valida terapia per i dolori oculari, sia da nevralgie ciliari sia da glaucoma. Utile anche nelle odontalgie e nel tenesmo urinario dovuto a infiammazione uretrale.

Sintomi caratteristici e modalità


Dolori nevralgici, spesso di tipo folgorante, dolori ai bulbi oculari come se stessero per scoppiare e con impressione che i bulbi oculari siano spinti fuori dalle orbite, odontalgie con la sensazione che i denti stiano per cadere, violento bruciore che dal glande risale all'indietro. Peggiora con la pressione e il movimento (nevralgie), con gli alimenti caldi (nevralgie dentarie); migliora piegandosi in due (dolori urinari) e stringendo i denti (nevralgie dentarie).

Posologia

Nel trattamento sintomatico della nevralgia del trigemino, nella cura dell'herpes zoster oftalmico, dei dolori oculari, delle odontalgie e nell'infiammazione uretrale è utile prescrivere, a una diluizione 9 o 15 CH, 5 granuli da due a quattro volte al giorno secondo l'intensità del dolore e diradando in base al miglioramento.

Il simile cura il simile

La sperimentazione patogenetica ha evidenziato l'azione elettiva del farmaco a livello: del trigemino, con dolori nevralgici che si estendono dalla zona temporo-parietale destra della testa all'occipite, spesso di tipo folgorante; degli occhi con dolori ai bulbi oculari, specie a destra, come se stessero per scoppiare; odontalgie caratterizzate dalla sensazione che i denti siano estratti o scalzati; dal tenesmo urinario bruciante con violento dolore uretrale durante la minzione.

Italo Grassi

Si ringrazia Siomi (Società italiana di omeopatia e medicina integrata) per la gentile collaborazione.

Fonte: Farmacista33

Tags:

In evidenza:

Salute oggi:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Achillea Millefolium
Medicina integrata
23 maggio 2021
Notizie e aggiornamenti
Achillea Millefolium
Pungitopo: le lanterne degli gnomi. Il commento del dott. Fabio Firenzuoli
Medicina integrata
16 gennaio 2021
Notizie e aggiornamenti
Pungitopo: le lanterne degli gnomi. Il commento del dott. Fabio Firenzuoli
Profilo e azione di Sarsaparilla
Medicina integrata
05 gennaio 2021
Notizie e aggiornamenti
Profilo e azione di Sarsaparilla