Una tessera alza un muro per isolare i generici

15 settembre 2015
Focus

Una tessera alza un muro per isolare i generici


A quanto pare, la creatività nell'ambito del commercio non è solo una prerogativa degli italiani. Arriva infatti dal Canada la notizia di una carta di fedeltà lanciata da una nota Azienda farmaceutica multinazionale, per far sì che vengano privilegiati i loro brand, a scapito dei generici.

Questa insolita iniziativa ha una sua ragione. Dallo scorso febbraio alcune misure governative invitano medici e farmacisti, ma anche gli stessi pazienti, a preferire i medicinali equivalenti, dove possibile, al fine di un abbattimento dei costi della spesa sanitaria.

La carta è rivolta ai clienti delle farmacie e in sé è allettante. In sostanza, a chi acquista il farmaco di marca, ovviamente della farmaceutica in questione, anziché il medicinale equivalente, la differenza di costo viene rimborsata nell'arco di qualche giorno con accredito diretto sul conto corrente bancario. A conti fatti quindi, per dare un'idea, grazie alla "Carta" sul costo della formulazione brand dell'atorvastatina, farmaco prescritto in caso di ipercolesterolemia, si può ottenere un rimborso dall'Azienda pari al 65 per cento del prezzo della singola confezione.

In ogni caso, le farmacie canadesi non stanno aderendo a questa iniziativa. Il motivo? Per promuovere la "Carta" dovrebbero promuovere la fascia di farmaci venduta dietro prescrizione medica, cosa che è proibita.




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube