Acido Borico Soluzione Cutanea Marco Viti Farmac.

24 gennaio 2021

Acido Borico Soluzione Cutanea Marco Viti Farmac.


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Acido Borico Soluzione Cutanea Marco Viti Farmac. (acido borico)


Acido Borico Soluzione Cutanea Marco Viti Farmac. è un farmaco a base di acido borico, appartenente al gruppo terapeutico Antisettici. E' commercializzato in Italia da Marco Viti Farmaceutici S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Acido Borico Soluzione Cutanea Marco Viti Farmac. disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Acido Borico Soluzione Cutanea Marco Viti Farmac. disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Acido Borico Soluzione Cutanea Marco Viti Farmac. e perchè si usa


Antisettico per la disinfezione di ustioni minori e di aree cutanee irritate o screpolate. La soluzione si utilizza, inoltre, sotto forma di tamponi locali ad azione decongestionante.

L'acido borico è indicato come antibatterico per il trattamento dell'acne.

Indicazioni: come usare Acido Borico Soluzione Cutanea Marco Viti Farmac., posologia, dosi e modo d'uso


Uso esterno: applicare al bisogno sulla zona interessata.

Adulti

L'acido borico può essere applicato direttamente una o due volte al giorno sulle aree infiammate in caso di pelle screpolata, irritata o secca, abrasioni, scottature lievi, scottature solari, scottature da vento o punture d'insetti.

Bambini al di sopra dei 3 anni

L'acido borico può essere applicato direttamente una o due volte al giorno sulle aree infiammate associate a pelle screpolata, irritata o secca, dermatiti da pannolino, scottature lievi, scottature solari, scottature da vento o punture d'insetti.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Acido Borico Soluzione Cutanea Marco Viti Farmac.


L'acido borico è controindicato in caso di:
  • ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti;
  • estese lesioni cutanee;
  • bambini di età inferiore a 3 anni.

Acido Borico Soluzione Cutanea Marco Viti Farmac. può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Non sono disponibili dati clinici relativi a gravidanze esposte. Gli studi su animali sono insufficienti per evidenziare gli effetti sullo sviluppo embrionale/fetale (vedere paragrafo 5.3). Il rischio potenziale per l'uomo non è noto, tuttavia se il medicinale è utilizzato in accordo con le modalità d'uso, l'assorbimento è scarso e, il rischio di effetti sistemici è minimo.

Allattamento

Non sono disponibili dati sull'utilizzo del medicinale durante l'allattamento e non è noto se tale principio attivo passi nel latte materno. Tuttavia, poiché l'assorbimento del farmaco può ritenersi trascurabile, è molto improbabile che quantità rilevanti raggiungano il latte materno.

Quali sono gli effetti indesiderati di Acido Borico Soluzione Cutanea Marco Viti Farmac.


L'assorbimento dell'acido borico attraverso la cute integra è inferiore allo 0,5%; tuttavia può aumentare se somministrato accidentalmente per via sistemica o applicato su ferite o lesioni.

Di seguito sono riportati gli effetti indesiderati dell'acido borico verificatisi in caso di tossicità da accumulo, dopo esposizione prolungata e a seguito di assorbimento sistemico.

Tali effetti sono organizzati secondo la classificazione sistemica organica MedDRA. Non sono disponibili dati sufficienti per stabilire la frequenza dei singoli effetti elencati.

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Dermatiti, eruzioni cutanee, alopecia.

Patologie gastrointestinali

Disturbi gastro-intestinali: nausea, vomito, diarrea.

Disturbi del metabolismo e della nutrizione

Anoressia.

Patologie endocrine

Disordini mestruali.

Patologie del sistema emolinfopoietico

Anemia.

Patologie del sistema muscolo scheletrico e del tessuto connettivo

Debolezza.

Disturbi psichiatrici

Confusione.

Patologie del sistema nervoso

Convulsioni.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo: www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa