Asensil

18 gennaio 2021

Asensil


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Asensil (lidocaina)


Asensil è un farmaco a base di lidocaina, appartenente al gruppo terapeutico Anestetici locali. E' commercializzato in Italia da LogoFarma Srl

Confezioni e formulazioni di Asensil disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Asensil disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Asensil e perchè si usa


Anestetico locale per uso topico per l'anestesia cutanea di superficie prima di:
  • incannulamento venoso o venipuntura negli adulti e nella popolazione pediatrica ≥ un mese
  • somministrazione di trattamenti topici dolorosi su aree di cute intatta più estese, in cui l'uso di un anestetico topico è appropriato solamente negli adulti

Indicazioni: come usare Asensil, posologia, dosi e modo d'uso


Solo per uso cutaneo.

Incannulamento venoso o venipuntura:

Posologia:

Adulti, compresi gli anziani, e bambini di età superiore a un mese:

Popolazione pediatrica:

L'uso di ASENSIL non è raccomandato per questa indicazione nei neonati di età inferiore a un mese.

Modo di somministrazione:

Applicare da 1 g a 2,5 g di crema sulla pelle fino a coprire un'area di 2,5 cm x 2,5 cm (6,25 cm2) sulla quale verrà eseguito l'incannulamento venoso o la venipuntura. Non applicare più di 1 g di crema su neonati di età inferiore a 1 anno. 1 g di crema corrisponde a circa 5 cm di crema premuta fuori dal tubo da 5 g, oppure 3,5 cm dal tubo di 30 g.

Mantenere intatto lo strato di crema e coprire l'area con un bendaggio occlusivo per evitare che il paziente o altri fattori esterni interferiscano. È possibile ottenere un'adeguata anestesia dopo 30 minuti, tuttavia ASENSIL può essere applicato sotto bendaggio fino a 5 ore. Prima di iniziare la procedura, rimuovere ASENSIL usando un tampone di garza pulita e preparare il sito per l'incannulamento venoso o la venipuntura nel modo consueto. La procedura deve iniziare subito dopo la rimozione della crema. Il tempo di applicazione massimo per i neonati di età compresa tra 1 e 3 mesi non deve superare i 60 minuti. Il tempo di applicazione massimo per i neonati di età compresa tra 3 e 12 mesi non deve superare le 4 ore. Il tempo di applicazione massimo per i neonati di età compresa tra 12 mesi fino all'età adulta non deve superare le 5 ore.

Trattamenti topici dolorosi su aree di cute intatta più estese:

Posologia:

Adulti, compresi gli anziani

Popolazione pediatrica:

L'uso di ASENSIL non è raccomandato per questa indicazione nei pazienti di età inferiore a 18 anni.

Modo di somministrazione:

Applicare la crema con un dosaggio di circa 1,5 - 2 g di ASENSIL /10 cm2 o suoi multipli, sulla cute da trattare fino a una superficie massima di 300 cm2. Applicare finché non si ottiene una reazione, generalmente da 30 a 60 minuti negli studi clinici.

Quantità più ampie sono generalmente stimate in 30 g - 40 g/200 cm2 (circa 10 cm x 20 cm, o la superficie di un volto), 45 g - 60 g/300 cm2 (circa 10 cm x 30 cm o la superficie di un braccio).

Evidenze indirette hanno dimostrato che applicazioni successive di trattamenti topici a base di lidocaina possono portare ad un accumulo sistemico di lidocaina. ASENSIL pertanto non deve essere applicato nuovamente per 12 ore dopo la rimozione, per un massimo di 2 dosi in un periodo di 24 ore.

ASENSIL deve essere applicato in modo uniforme secondo il dosaggio specificato, con uno spessore uniforme lungo tutta l'area sulla quale verrà eseguito il trattamento topico. Occorre adottare misure per garantire che la crema rimanga intatta finché non si raggiunge un'adeguata analgesia.

Prima di iniziare la procedura, rimuovere ASENSIL usando un tampone di garza pulita e preparare il sito per il trattamento topico nel modo consueto. La procedura deve iniziare subito dopo la rimozione della crema.

 

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Asensil


Ipersensibilità al principio attivo, o agli anestetici locali di tipo amidico o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Ipersensibilità alla soia o alle arachidi.

Asensil può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Anche se l'applicazione topica di lidocaina è associata solo a un basso livello di assorbimento sistemico, l'uso di ASENSIL nelle donne in gravidanza deve essere effettuato con cautela in quanto non vi sono studi sufficienti o adeguati o ben controllati sulle donne in gravidanza. Gli studi sugli animali sono insufficienti per quanto riguarda la tossicità riproduttiva, tuttavia non indicano effetti negativi diretti o indiretti su gravidanza, sviluppo embrio-fetale, parto o sviluppo post-natale. È stata dimostrata tossicità sulla riproduzione con la somministrazione sottocutanea/intramuscolare di dosi elevate di lidocaina molto superiore all'esposizione da applicazione topica (vedere paragrafo 5.3).

La lidocaina può attraversare la barriera placentare e può essere assorbita dai tessuti fetali. È ragionevole ritenere che la lidocaina sia stata utilizzata in molte donne in gravidanza e in donne in età fertile. Fino a ora non sono state segnalate alterazioni specifiche al processo riproduttivo quali, ad esempio, aumento dell'incidenza di malformazioni o altri effetti dannosi, diretti o indiretti, per il feto.

Allattamento

La lidocaina viene escreta nel latte materno, ma in quantità talmente piccole che, alle dosi terapeutiche indicate, in genere non ci sono rischi per il bambino. ASENSIL può essere utilizzato durante l'allattamento se clinicamente necessario.

Fertilità

Non ci sono dati sugli effetti di lidocaina sulla fertilità. Studi sugli animali non hanno rilevato alcuna compromissione della fertilità in ratti di sesso maschile o femminile (vedere paragrafo 5.3)

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Psoriasi, combattiamola anche a tavola
26 ottobre 2020
Notizie e aggiornamenti
Psoriasi, combattiamola anche a tavola
Orticaria, come riconoscerla
31 agosto 2020
Notizie e aggiornamenti
Orticaria, come riconoscerla
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa