Baqsimi

18 gennaio 2021

Baqsimi


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Baqsimi (glucagone cloridrato)


Baqsimi è un farmaco a base di glucagone cloridrato, appartenente al gruppo terapeutico Ormoni glicogenolitici. E' commercializzato in Italia da Eli Lilly Italia S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Baqsimi disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Baqsimi disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Baqsimi e perchè si usa


Baqsimi è indicato per il trattamento della ipoglicemia severa negli adulti, negli adolescenti e nei bambini di età uguale o superiore a 4 anni con diabete mellito.

Indicazioni: come usare Baqsimi, posologia, dosi e modo d'uso


Posologia

Adulti, adolescenti e bambini di età uguale o superiore a 4 anni

La dose raccomandata è 3 mg di glucagone somministrati in una narice.

Anziani (≥ 65 anni)

Non è richiesto alcun aggiustamento della dose in base all'età.

I dati sulla sicurezza e l'efficacia in pazienti di 65 anni sono molto limitati e assenti in pazienti di età uguale o superiore a 75 anni.

Insufficienza renale ed epatica

Non è richiesto alcun aggiustamento della dose sulla base della funzione renale ed epatica.

Popolazione pediatrica 0 - < 4 anni

La sicurezza e l'efficacia di Baqsimi in neonati e bambini di età compresa tra 0 e < 4 anni non sono state ancora stabilite. Non ci sono dati disponibili.

Modo di somministrazione

Solo per uso nasale. Glucagone polvere nasale è somministrato in un'unica narice. Glucagone viene assorbito passivamente attraverso la mucosa nasale. Non è necessario inalare o respirare profondamente dopo la somministrazione.

Istruzioni per la somministrazione di glucagone polvere nasale

  1. Rimuovere la pellicola di plastica tirando la striscia rossa.
  2. Estrarre il contenitore monodose dal contenitore cilindrico. Non premere il pistone finchè non si è pronti per la somministrazione della dose.
  3. Tenere il contenitore monodose tra le dita e il pollice. Non provarlo prima dell'uso in quanto contiene una singola dose di glucagone e non può essere riutilizzato.
  4. Inserire delicatamente l'estremità del contenitore monodose in una delle narici fino a quando il dito o le dita non toccano la parte esterna del naso.
  5. Premere il pistone fino in fondo. La somministrazione della dose è completa quando la linea verde non viene più visualizzata.
  6. Se il paziente non è cosciente, posizionarlo su un fianco per evitare il soffocamento.
  7. Dopo la somministrazione della dose, la persona che assiste il paziente deve chiamare immediatamente l'assistenza medica.
  8. Dopo che il paziente ha risposto al trattamento, somministrare carboidrati per via orale per ripristinare il glicogeno epatico e prevenire la ricomparsa dell'ipoglicemia.


Controindicazioni: quando non dev'essere usato Baqsimi


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Feocromocitoma (vedere paragrafo 4.4).

Baqsimi può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Non sono stati effettuati studi sulla riproduzione e fertilità con glucagone polvere nasale negli animali.

Baqsimi può essere utilizzato durante la gravidanza. Glucagone non attraversa la barriera placentare umana. L'uso di glucagone è stato riportato in donne in gravidanza con diabete e non sono noti effetti dannosi per quanto riguarda il decorso della gravidanza e la salute del nascituro e del neonato.

Allattamento

Baqsimi può essere utilizzato durante l'allattamento. Glucagone viene eliminato dal flusso sanguigno molto velocemente e pertanto è atteso che la quantità escreta nel latte delle madri che stanno allattando dopo il trattamento di reazioni ipoglicemiche severe sia estremamente bassa. Poiché glucagone è degradato nel tratto digestivo e non può essere assorbito nella sua forma intatta, non eserciterà alcun effetto metabolico nel bambino.

Fertilità

Non sono stati effettuati studi sulla fertilità con glucagone polvere nasale.

Studi condotti sui ratti hanno dimostrato che glucagone non causa riduzione della fertilità.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa