Beclometasone DOC Generici

03 marzo 2024

Beclometasone DOC Generici


Tags:


Cos'è Beclometasone DOC Generici (beclometasone dipropionato)


Beclometasone DOC Generici è un farmaco a base di beclometasone dipropionato, appartenente al gruppo terapeutico Corticosteroidi. E' commercializzato in Italia da DOC Generici S.r.l.

Confezioni e formulazioni di Beclometasone DOC Generici disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Beclometasone DOC Generici disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Beclometasone DOC Generici e perchè si usa


BECLOMETASONE DOC Generici è indicato per la terapia di mantenimento dell'asma negli adulti e nei bambini, quando è appropriato l'uso di un inalatore dosato pressurizzato.

Indicazioni: come usare Beclometasone DOC Generici, posologia, dosi e modo d'uso


Posologia

BECLOMETASONE DOC Generici deve essere utilizzato solo per uso inalatorio. Il dispositivo distanziatore Volumatic™ deve essere utilizzato esclusivamente da quei pazienti che hanno difficoltà a sincronizzare l'erogazione dell'aerosol con l'inspirazione.

La dose iniziale di beclometasone dipropionato deve essere adattata alla severità della malattia. La dose può quindi essere aggiustata fino al raggiungimento del controllo dei sintomi, per poi essere ridotta alla dose più bassa alla quale viene mantenuto un controllo efficace dell'asma.

Adulti (compresi gli anziani): la dose iniziale abituale è di 200 microgrammi due volte al giorno. Nei casi più gravi questa può essere aumentata da 600 a 800 microgrammi al giorno. Tale dose può essere ridotta in seguito alla completa stabilizzazione dell'asma. Il dosaggio massimo giornaliero deve essere pari a due-quattro dosi somministrate separatamente.

Il dispositivo distanziatore Volumatic™ deve essere sempre usato quando BECLOMETASONE DOC Generici viene somministrato ad adulti e adolescenti di età pari o superiore a 16 anni che assumono dosi giornaliere totali di 1000 microgrammi o superiori.

Bambini: la dose iniziale abituale è di 100 microgrammi due volte al giorno. A seconda della gravità dell'asma, la dose giornaliera può essere aumentata fino a 400 microgrammi in due-quattro dosi somministrate separatamente.

BECLOMETASONE DOC Generici deve essere sempre utilizzato con il dispositivo distanziatore Volumatic™ quando è somministrato a bambini e adolescenti di età pari o inferiore a 15 anni, indipendentemente dalla dose prescritta.

Pazienti con insufficienza epatica o renale: nei pazienti con insufficienza epatica o renale non è necessario alcun aggiustamento del dosaggio.

Metodo di somministrazione:

BECLOMETASONE DOC Generici è per uso inalatorio.

Per garantire la corretta somministrazione del medicinale, il medico o altro personale sanitario deve mostrare al paziente come usare correttamente l'inalatore. L'uso corretto dell'inalatore dosato pressurizzato è essenziale per il successo del trattamento. Il paziente deve leggere attentamente il foglio illustrativo e seguire le istruzioni per l'uso come indicato nel foglio illustrativo.

Prova del funzionamento dell'inalatore

Prima di utilizzare l'inalatore per la prima volta oppure se esso non sia stato usato per 3 giorni o più, il paziente deve premere nell'aria per assicurarsi che l'inalatore funzioni correttamente. Possibile durante l'inalazione, i pazienti devono stare in piedi o seduti in posizione verticale.

Istruzioni per l'uso

  1. I pazienti devono rimuovere il cappuccio protettivo dal boccaglio e controllare che esso sia pulito e privo di polvere, sporcizia o altri oggetti estranei.
  2. I pazienti devono espirare il più lentamente e profondamente possibile.
  3. I pazienti devono tenere il dispositivo verticalmente con il corpo rivolto verso l'alto e mettere le labbra attorno al boccaglio senza morderlo.
  4. Allo stesso tempo, i pazienti devono inspirare lentamente e profondamente attraverso la bocca. Dopo aver iniziato a inspirare, devono premere sulla parte superiore dell'inalatore per rilasciare un'erogazione.
  5. I pazienti devono trattenere il respiro per circa 5-10 secondi o per tutto il tempo necessario, quindi espirare lentamente. Se è necessaria un'altra dose, devono aspettare 30 secondi prima di ripetere la procedura appena descritta. Infine, devono rimuovere l'inalatore dalla bocca ed espirare lentamente. I pazienti non devono espirare nell'inalatore.
IMPORTANTE: i pazienti non devono eseguire i passaggi da 2 a 5 troppo rapidamente. Dopo l'uso, i pazienti devono chiudere l'inalatore con un cappuccio protettivo.

Se dopo l'inalazione appare nebbia, dall'inalatore o dai lati della bocca, ripetere la procedura dal punto 2.

Per i pazienti con mani deboli può essere più facile tenere l'inalatore con entrambe le mani. Pertanto, gli indici devono essere posizionati sulla parte superiore del contenitore dell'inalatore e entrambi i pollici sulla base dell'inalatore.

I pazienti devono sciacquarsi la bocca o fare i gargarismi con acqua o lavarsi i denti dopo l'inalazione (vedere paragrafo 4.4).

I pazienti che hanno difficoltà a coordinare l'ispirazione con l'erogazione devono utilizzare un dispositivo distanziatore Volumatic™ per garantire la corretta somministrazione del prodotto.

I bambini piccoli possono avere difficoltà a usare correttamente l'inalatore e devono essere aiutati. L'uso dell'inalatore con il dispositivo distanziatore Volumatic™ con una maschera facciale può aiutare nei bambini di età inferiore a 5 anni.

Il paziente deve pulire l'inalatore almeno una volta alla settimana per prevenire qualsiasi problema di malfunzionamento e seguire attentamente le istruzioni per la pulizia dell'inalatore riportate sul foglio illustrativo. L'inalatore non deve essere lavato o messo in acqua.

Il paziente deve fare riferimento al foglio illustrativo per il corretto uso e pulizia.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Beclometasone DOC Generici


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Beclometasone DOC Generici può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Fertilità

Nello studio sulla fertilità nei ratti, il beclometasone dipropionato ha causato una riduzione dei tassi di concepimento a una dose orale di 16 mg / kg / die. È stata osservata una riduzione della fertilità, come evidenziato dall'inibizione del ciclo estrale nei cani, ad una dose orale di 0,5 mg / kg / die. Nessuna inibizione del ciclo estrale nei cani è stata osservata dopo 12 mesi di esposizione a beclometasone dipropionato per via inalatoria alla dose giornaliera stimata di 0,33 mg / kg / giorno.

Gravidanza

Nelle donne non vi sono dati sufficienti sull'uso del beclometasone diiproprionato in gravidanza e durante l'allattamento. Il prodotto non deve essere usato in gravidanza o durante l'allattamento a meno che i benefici attesi per la madre non superino qualsiasi potenziale rischio per il feto o il neonato.

Non vi sono prove adeguate di sicurezza del beclometasone dipropionato durante la gravidanza. La somministrazione di corticosteroidi nell'animale in gravidanza può causare anomalie dello sviluppo fetale incluso palatoschisi e ritardo della crescita intrauterina. Pertanto, potrebbero esserci rischi di tali effetti nel feto umano. Tuttavia, si deve considerare che i cambiamenti fetali negli animali si verificano dopo un'esposizione sistemica relativamente elevata. Il beclometasone dipropionato viene somministrato direttamente nei polmoni per via inalatoria e quindi si riduce il rischio che si verifica quando i corticosteroidi vengono somministrati per via sistemica.

Allattamento

Non sono stati condotti studi specifici sull'escrezione di beclometasone dipropionato negli animali durante l'allattamento. È ragionevole supporre che il beclometasone dipropionato sia secreto nel latte, ma alle dosi inalatorie impiegate, non vi sono rilevanti livelli di beclametasone nel latte materno.

Non esiste evidenza di eventi avversi clinicamente rilevanti sull'utilizzo del propellente HFA-134a in gravidanza o allattamento. Tuttavia, studi sull'effetto dell'HFA-134a sulla funzione riproduttiva e sullo sviluppo embrio-fetale negli animali non hanno rivelato effetti avversi clinicamente rilevanti.


Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico



Farmaci e integratori:

...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Polmoniti da mycoplasma pneumoniae: sintomi, trattamento e prevenzione
Apparato respiratorio
20 dicembre 2023
Notizie e aggiornamenti
Polmoniti da mycoplasma pneumoniae: sintomi, trattamento e prevenzione
Nuove Opzioni. Nuovi Percorsi: un cambio di paradigma nel tumore al polmone
Apparato respiratorio
23 novembre 2023
Notizie e aggiornamenti
Nuove Opzioni. Nuovi Percorsi: un cambio di paradigma nel tumore al polmone
 Covid e influenza: al via la campagna vaccinale del Ministero
Malattie di stagione
02 novembre 2023
Speciale Coronavirus
Covid e influenza: al via la campagna vaccinale del Ministero
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su YoutubeSeguici su Instagram
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa