Calcio Folinato Sandoz

12 novembre 2019

Calcio Folinato Sandoz




Calcio Folinato Sandoz è un farmaco a base di Calcio Folinato, appartenente al gruppo terapeutico Antidoti. E' commercializzato in Italia da Sandoz S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Calcio Folinato Sandoz (Calcio Folinato) disponibili


Seleziona una delle seguenti confezioni di Calcio Folinato Sandoz per accedere alla scheda relativa e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Calcio Folinato Sandoz (Calcio Folinato) e perchè si usa


Calcio Folinato Sandoz è specificamente indicato come antidoto a dosi eccessive di antagonisti dell'acido folico e nella riduzione degli effetti tossici indotti da aminopterine e da metotressato.

Calcio Folinato Sandoz è inoltre indicato in tutte le forme anemiche da carenza di folati, quali quelle dell'infanzia, della gravidanza, della sprue e nell'anemia megaloblastica, dovute a deficienza congenita di diidrofolato- reduttasi.



Come usare Calcio Folinato Sandoz (Calcio Folinato): posologia, dosi e modo d'uso


Il calcio folinato somministrato per via orale si è dimostrato efficace nel migliorare l'indice terapeutico del metotressato, contrastandone allo stesso tempo l'aumento degli effetti tossici dovuti alla somministrazione ad alte dosi.

A questo scopo Calcio Folinato Sandoz deve essere somministrato entro 6/24 ore dall'infusione di metotressato. La dose e la posologia usati dipendono dalla concentrazione di metotressato nel sangue e il monitoraggio plasmatico del medicinale è essenziale.

La terapia deve tuttavia essere eseguita in base ad un protocollo specifico, definito di volta in volta, in funzione della comparsa di tossicità.

Nei casi di sovradosaggio di metotressato, trimetoprim o pirimetamina, calcio folinato agisce da antidoto specifico, neutralizzando gli effetti tossici dell'antimetabolita sul sistema ematopoietico e sulle mucose dell'apparato digerente.

Nel caso di sovradosaggio accidentale di metotressato, il medicinale deve essere somministrato entro la prima ora in dosi uguali o superiori a quelle del metotressato poichè la sua somministrazione in tempi successivi risulta meno efficace. L'acido folinico, infatti, compete con il metotressato per i siti attivi di trasporto nella cellula e la loro saturazione comporta una diminuzione della concentrazione intracellulare di metotressato.

Nella terapia delle anemie megaloblastiche il trattamento per os prevede l'assunzione di una compressa al giorno (15 mg) per 10/15 giorni.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Calcio Folinato Sandoz (Calcio Folinato)


  • Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
  • Trattamento dell'anemia perniciosa o di altre anemie megaloblastiche dovute a carenza di vitamina B12, se non in associazione alla medesima.
Per l'utilizzo del calcio folinato con il metotressato durante la gravidanza e l'allattamento, vedere il paragrafo 4.6 e il Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto dei medicinali contenenti metotressato.



Calcio Folinato Sandoz (Calcio Folinato) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

La somministrazione di acido folico può migliorare o normalizzare le forme di anemia in gravidanza dovute all'aumentato fabbisogno di folati.

Allattamento

Il calcio folinato può essere escreto nel latte materno e deve essere somministrato solo quando i benefici del farmaco per la madre superano i possibili rischi per il feto.

Il calcio folinato può essere usato durante l'allattamento quando è ritenuto necessario in accordo alle indicazioni terapeutiche.



Quali sono gli effetti collaterali di Calcio Folinato Sandoz (Calcio Folinato)


Con l'uso di Calcio Folinato Sandoz sono stati riportati i seguenti effetti indesiderati:

Le seguenti convenzioni sulla frequenza vengono prese come base per la descrizione degli eventi avversi: molto comune (≥ 1/10), comune (≥ 1/100, < 1/10), non comune (≥ 1/1000, < 1/100), raro (≥ 1/10.000, 1/1000), molto raro (< 1/10.000), non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).

Disturbi del sistema immunitario

Molto raro: reazioni allergiche, incluse reazioni anafilattiche/anafilattoidi (compreso shock) e orticaria.

Disturbi psichiatrici

Raro: insonnia, agitazione e depressione in seguito alla somministrazione di alte dosi.

Patologie del sistema nervoso

Raro: aumento della frequenza di attacchi epilettici, convulsioni (vedere anche paragrafo 4.5), sincope.

Patologie gastrointestinali

Raro: disturbi gastrointestinali in seguito alla somministrazione di alte dosi.

Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione

Non nota: cheilite.

Casi di Sindrome di Stevens-Johnson (SJS) e di Necrolisi Tossica Epidermica (NTE), alcuni fatali, sono stati riportati in pazienti riceventi calcio folinato in combinazione con altri agenti con un'associazione accertata a questi disturbi. Non si può escludere un ruolo aggiuntivo del calcio folinato in questi casi.

Sono stati riportati quali febbre ipotensione arteriosa, tachicardia.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette.

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a numeri di paragrafo non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico



Ultimi articoli