Cortidro

25 gennaio 2021

Cortidro


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Cortidro (idrocortisone acetato)


Cortidro è un farmaco a base di idrocortisone acetato, appartenente al gruppo terapeutico Corticosteroidi. E' commercializzato in Italia da Sofar S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Cortidro disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Cortidro disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Cortidro e perchè si usa


Il prodotto trova impiego in caso di punture d'insetti, pruriti, eritemi o ustioni circoscritte, eczemi.

Indicazioni: come usare Cortidro, posologia, dosi e modo d'uso


Per adulti e bambini di età superiore ai due anni: applicare sulla parte una minima quantità di crema e frizionare leggermente allo scopo di facilitarne la penetrazione. L'applicazione può essere ripetuta due o tre volte al dì per pochi giorni. In caso di mancata risposta alla terapia è opportuno rivolgersi al medico.

Non superare la dose consigliata.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Cortidro


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

L'uso dell'idrocortisone è controindicato nel caso di affezioni virali, batteriche o fungine.

Cortidro può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità e sotto il diretto controllo del medico.

Quali sono gli effetti indesiderati di Cortidro


Gli effetti indesiderati sistemici dei preparati corticosteroidei per uso topico sono estremamente improbabili per i bassi dosaggi impiegati: in caso di insorgenza, interrompere la terapia.

Patologie dell'occhio, non comune (≥1/1.000, <1/100): Visione, offuscata (vedere anche il paragrafo 4.4).

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/content/come-segnalare-una-sospetta-reazione-avversa

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa