C-Tard 500 mg 60 capsule rigide a rilascio prolungato

13 giugno 2024
Farmaci - C-Tard

C-Tard 500 mg 60 capsule rigide a rilascio prolungato


Tags:


C-Tard 500 mg 60 capsule rigide a rilascio prolungato è un medicinale di automedicazione (classe C), a base di acido ascorbico, appartenente al gruppo terapeutico Vitamine. E' commercializzato in Italia da Haleon Italy S.r.l.


INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


TITOLARE:

Haleon Italy S.r.l.

MARCHIO

C-Tard

CONFEZIONE

500 mg 60 capsule rigide a rilascio prolungato

FORMA FARMACEUTICA
capsula a rilascio modificato

PRINCIPIO ATTIVO
acido ascorbico

GRUPPO TERAPEUTICO
Vitamine

CLASSE
C

RICETTA
medicinale di automedicazione

PREZZO
DISCR.


CONFEZIONI DISPONIBILI IN COMMERCIO


Confezioni e formulazioni di C-Tard disponibili in commercio:

  • c-tard 500 mg 60 capsule rigide a rilascio prolungato (scheda corrente)

FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (PDF)


SCARICA IL PDF DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (AIFA)


Foglietto illustrativo C-Tard »

N.B. Alcuni PDF potrebbero non essere disponibili


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve C-Tard? Perchè si usa?


Profilassi e terapia della carenza di vitamina C (gravidanza, allattamento, tendenza alle emorragie per fragilità capillare). Coadiuvante nella terapia delle stomatiti e delle gengiviti.


CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato C-Tard?


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Urolitiasi ossalica o iperossaluria.

Grave compromissione della funzionalità renale o insufficienza renale.

Bambini di età inferiore ai 6 anni.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO


Cosa serve sapere prima di prendere C-Tard?


L'acido ascorbico non deve essere assunto a dosi superiori o per periodi prolungati, poiché un sovradosaggio può provocare depositi di ossalato di calcio e necrosi tubulare acuta e/o insufficienza renale.

L'acido ascorbico deve essere usato con cautela nei soggetti con predisposizione alla nefrolitiasi calcio-ossalica (calcolosi renale) o con nefrolitiasi ricorrente e da quelli affetti da deficit di G6PD (glucosio-6-fosfato-deidrogenasi), emocromatosi, talassemia o anemia sideroblastica.

Interferenza con i test sierologici

L'acido ascorbico può alterare i valori del glucosio nel sangue e nelle urine. È perciò consigliabile sospendere l'assunzione di acido ascorbico alcuni giorni prima di procedere a tali esami.

C-TARD contiene saccarosio

I pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, da malassorbimento di glucosio-galattosio, o da insufficienza di sucrasi isomaltasi, non devono assumere questo medicinale.


INTERAZIONI


Quali farmaci, principi attivi o alimenti possono interagire con l'effetto di C-Tard?


L'assunzione di acido ascorbico aumenta l'assorbimento del ferro nel tratto gastrointestinale. Ciò va tenuto in considerazione in caso di sostituzione del ferro.

La somministrazione concomitante di acido ascorbico e deferoxamina aumenta l'escrezione urinaria di ferro. Sono stati segnalati casi di cardiomiopatia e insufficienza cardiaca congestizia in pazienti con emocromatosi idiopatica e talassemia trattati con deferoxamina ai quali è stato successivamente somministrato acido ascorbico.

L'acido ascorbico deve essere usato con cautela in questi pazienti e la funzione cardiaca deve essere monitorata.

L'acido ascorbico può aumentare l'assorbimento gastrointestinale dell'alluminio. La somministrazione concomitante di acido ascorbico e antiacidi contenenti alluminio può aumentare l'eliminazione urinaria dell'alluminio; pertanto, deve essere usata cautela nei pazienti con insufficienza renale.

L'assunzione concomitante con acido acetilsalicilico può interferire con l'assorbimento dell'acido ascorbico. L'escrezione renale di salicilato non è influenzata e pertanto non vi è una riduzione degli effetti antinfiammatori dell'acido acetilsalicilico.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa C-Tard? Dosi e modo d'uso


Posologia

Una capsula la mattina ed una capsula la sera.

Popolazione pediatrica

Non somministrare ai bambini di età inferiore ai 6 anni.

Pazienti con insufficienza renale

È necessaria cautela nei pazienti con insufficienza renale (vedere paragrafi 4.3 e 4.4).


SOVRADOSAGGIO


Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di C-Tard?


Sintomi

Occasionalmente può verificarsi diarrea osmotica transitoria a dosi superiori a 3 g; ciò si verifica frequentemente a dosi superiori a 10 g. L'assunzione di dosi elevate di acido ascorbico comporta il rischio di emolisi e di formazione di calcoli renali.

Trattamento

Devono essere intraprese le misure terapeutiche generali. Ulteriori modalità di trattamento devono tenere in considerazione le indicazioni cliniche o la raccomandazione del centro antiveleni nazionali.


GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO


E' possibile prendere C-Tard durante la gravidanza e l'allattamento?


C-TARD può essere utilizzato durante la gravidanza e l'allattamento alle dosi indicate. L'acido ascorbico è escreto nel latte materno e attraversa la placenta.


GUIDA DI VEICOLI E USO DI MACCHINARI


Effetti di C-Tard sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari


C-TARD non altera la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari.


PRINCIPIO ATTIVO


Ogni capsula contiene

Principio attivo: acido ascorbico in microperline a cessione prolungata 500 mg.

Eccipienti con effetti noti: saccarosio.

Per l'elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.


ECCIPIENTI


Eccipienti delle microperle: saccarosio, gomma lacca, talco, amido, acido tartarico.
Eccipienti delle capsule gelatinose: gelatina, titanio biossido, ossido di ferro giallo, eritrosina, giallo chinolina.


SCADENZA E CONSERVAZIONE


Scadenza: 36 mesi

Conservare a temperatura non superiore ai 25°C.


NATURA E CONTENUTO DEL CONTENITORE


­ 20 capsule in blister PVC/Al

­ 60 capsule in flacone HDPE


PATOLOGIE CORRELATE


Data ultimo aggiornamento: 22/04/2024

Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico



Farmaci e integratori:

...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
One Health: la salute del microbiota inizia dalla salute delle piante
Stomaco e intestino
29 gennaio 2024
Notizie e aggiornamenti
One Health: la salute del microbiota inizia dalla salute delle piante
Alessio Fasano (MGB): il ruolo del microbioma sul nostro destino clinico
Stomaco e intestino
14 gennaio 2024
Notizie e aggiornamenti
Alessio Fasano (MGB): il ruolo del microbioma sul nostro destino clinico
Disturbi gastrointestinali, ne soffrono 9 italiani su 10
Stomaco e intestino
04 gennaio 2024
Notizie e aggiornamenti
Disturbi gastrointestinali, ne soffrono 9 italiani su 10
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su YoutubeSeguici su Instagram
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa