Dermaval 0,3% forte 0,3% pomata 20 g

Ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2018
Farmaci - Dermaval 0,3%

Dermaval 0,3% forte 0,3% pomata 20 g




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Morgan S.r.l.

MARCHIO

Dermaval 0,3%

CONFEZIONE

forte 0,3% pomata 20 g

PRINCIPIO ATTIVO
diflucortolone valerato

FORMA FARMACEUTICA
pomate

GRUPPO TERAPEUTICO
Corticosteroidi

CLASSE
A

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
60 mesi

PREZZO
4,89 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Dermaval 0,3% forte 0,3% pomata 20 g

Trattamento locale di dermatosi croniche anche di elevato grado di gravità. Queste includono la psoriasi, la neurodermite (eczema endogeno, dermatite atopica), il lichen ruber planus e verrucosus, il lupus eritematoso cronico (eritematode cronico discoide) e l'eczema cronico.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Dermaval 0,3% forte 0,3% pomata 20 g

Ipersensibilità verso i componenti o verso altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico.

Processi tubercolari, micotici, luetici e virali (con particolare riguardo a pustole vacciniche, varicella, herpes simplex, herpes zoster), acne rosacea, ulcere cutanee, ustioni e congelamenti di gravità uguale o superiore al 2° grado. Generalmente controindicato in gravidanza ed allattamento.

Il preparato non è indicato per il trattamento di lattanti e di bambini in età inferiore a 4 anni, data l'elevata concentrazione del principio attivo. Per lo stesso motivo il motivo non va applicato sul viso.

Il trattamento con bendaggio occlusivo su vaste superfici corporee non è consigliato.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Dermaval 0,3% forte 0,3% pomata 20 g

L'uso, specie se prolungato, di prodotti per uso topico può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione e produrre effetti indesiderati. In tal caso è necessario interrompere il trattamento e consultare il proprio medico.

Evitare che il preparato venga a contatto con gli occhi.

Il trattamento di superfici cutanee estese o per periodi prolungati può indurre, in particolare con la metodica occlusiva, un aumento dell'assorbimento sistemico, il cui eccesso potrebbe dar luogo a effetti indesiderati analoghi a quelli osservabili in corso di trattamento con steroidi sistemici. La durata della terapia dovrà pertanto essere limitata al minimo possibile.

In caso di lesioni estese è opportuno trattare successivamente, una alla volta, aree parziali.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Dermaval 0,3% forte 0,3% pomata 20 g

Nessuna interazione è conosciuta


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Dermaval 0,3% forte 0,3% pomata 20 g

Salvo diversa prescrizione medica, è consigliabile iniziare il trattamento spalmando il preparato in strato sottile 2-3 volte al giorno, per un periodo di 1-2 settimane. In seguito al miglioramento del quadro clinico, si suggerisce di ridurre le somministrazioni ad 1 applicazione giornaliera o di passare all'analogo prodotto a più bassa concentrazione (DERMAVAL).

Dermaval 0,3% crema idrofoba è un'emulsione di tipo acqua in olio e, in quanto tale, permette possibilità d'impiego molto ampie che vanno dalle affezioni cutanee non eccessivamente secernenti a quelle non particolarmente secche. Il preparato assicura alla cute un appropriato apporto lipidico senza bloccare la traspirazione e gli scambi di calore.


EFFETTI INDESIDERATI



Quali sono gli effetti collaterali di Dermaval 0,3% forte 0,3% pomata 20 g

Nel corso del trattamento con dermaval 0,3% crema idrofoba, specialmente dopo uso prolungato (oltre 10 giorni) o su estese aree cutanee (circa il 10% e più della superficie corporea) non può essere esclusa, come per gli altri cortisonici, la comparsa dei seguenti effetti indesiderati: atrofie cutanee, ipopigmentazione, telangectasie, strie, manifestazioni acneiformi e sintomi sistemici da riassorbimento di corticosteroide, arrossamento cutaneo, desquamazione, irritazione, secchezza della pelle, vescicole, follicolite, reazioni allergiche locali.


CONSERVAZIONE



Nessuna


PATOLOGIE ASSOCIATE







Potrebbe interessarti
L'esperto risponde