Goccemed

05 luglio 2020

Goccemed




Goccemed è un farmaco a base di iodio, appartenente al gruppo terapeutico Antisettici. E' commercializzato in Italia da GlaxoSmithKline Consumer Healthcare S.r.l..


Confezioni e formulazioni di Goccemed (iodio) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Goccemed (iodio) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Goccemed (iodio) e perchè si usa


Antisettico del cavo orale.



Come usare Goccemed (iodio): posologia, dosi e modo d'uso


Il prodotto va utilizzato solo dopo diluizione con acqua.

10-20 gocce diluite in mezzo bicchiere d'acqua.

Effettuare 3-4 sciacqui al giorno.

Non superare le dosi consigliate e utilizzare il prodotto solo per brevi periodi di tempo (non oltre 5-7 giorni).

Non deglutire.

Il flacone contagocce è dotato di tappo di sicurezza. Per aprirlo, premere il tappo e contemporaneamente ruotarlo in senso antiorario ed estrarre il tappo. Tenendo il flaconcino perpendicolare al bicchiere, con l'apertura verso il basso, lasciare cadere le gocce di soluzione. Se la soluzione non dovesse scendere, agitare il flaconcino o capovolgerlo ripetutamente.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Goccemed (iodio)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Bambini di età inferiore ai 12 anni.

Gravidanza ed allattamento (vedi capitolo 4.6).

Pazienti con disordini tiroidei.



Goccemed (iodio) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Goccemed non deve essere usato durante la gravidanza e l'allattamento. L'uso va anche evitato nel caso si sospetti uno stato di gravidanza o si desideri pianificare una maternità.



Quali sono gli effetti collaterali di Goccemed (iodio)


Possono verificarsi fenomeni di ipersensibilità più o meno spiccati con gengivite, glossite, irritazione laringo-tracheale, specialmente in soggetti sensibili allo iodio.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube