Ilmodec Febbre e Naso Chiuso

28 ottobre 2020

Ilmodec Febbre e Naso Chiuso



Ilmodec Febbre e Naso Chiuso: a cosa serve , come si usa, controindicazioni. Confezioni e formulazioni di Ilmodec Febbre e Naso Chiuso disponibili in commercio.


Ilmodec Febbre e Naso Chiuso è un farmaco a base di paracetamolo + pseudoefedrina, appartenente al gruppo terapeutico Antipiretici, Analgesici FANS. E' commercializzato in Italia da Farmitalia Industria Chimico-Farmaceutica S.r.l.


Confezioni e formulazioni di Ilmodec Febbre e Naso Chiuso (paracetamolo + pseudoefedrina) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Ilmodec Febbre e Naso Chiuso (paracetamolo + pseudoefedrina) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Ilmodec Febbre e Naso Chiuso (paracetamolo + pseudoefedrina) e perchè si usa


Stati febbrili, specie di origine influenzale, accompagnati da raffreddore o congestione nasale.



Come usare Ilmodec Febbre e Naso Chiuso (paracetamolo + pseudoefedrina): posologia, dosi e modo d'uso


Adulti e bambini sopra i 12 anni: 1 compressa effervescente (pari a 500 mg di paracetamolo e 60 mg di pseudoefedrina cloridrato).

Tali dosi possono essere ripetute fino a tre volte al giorno.

L'assunzione del farmaco deve avvenire a stomaco pieno.

NON SUPERARE LE DOSI CONSIGLIATE: in particolare i pazienti anziani dovrebbero attenersi ai dosaggi minimi sopra indicati.

Sciogliere la compressa o la mezza compressa in un bicchiere di acqua e bere immediatamente la soluzione ottenuta.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Ilmodec Febbre e Naso Chiuso (paracetamolo + pseudoefedrina)


Il medicinale è controindicato nei bambini di età inferiore ai 12 anni.

Gravidanza e allattamento. Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Malattie cardiovascolari gravi, ipertensione, ipertiroidismo, glaucoma ed ipertrofia prostatica. Non usare in pazienti in trattamento con farmaci inibitori delle MAO o con antidepressivi triciclici o se tale trattamento non è stato sospeso da almeno due settimane. Il prodotto è controindicato nei pazienti in trattamento con antinfiammatori.

I prodotti a base di paracetamolo sono controindicati nei pazienti con manifesta insufficienza della glucosio 6-fosfato deidrogenasi.

Per la presenza di aspartame il prodotto è controindicato in pazienti affetti da fenilchetonuria.



Ilmodec Febbre e Naso Chiuso (paracetamolo + pseudoefedrina) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Nelle donne in stato di gravidanza e durante l'allattamento il prodotto è controindicato.



Quali sono gli effetti collaterali di Ilmodec Febbre e Naso Chiuso (paracetamolo + pseudoefedrina)


Con l'uso di paracetamolo e/o pseudoefedrina sono state segnalate le seguenti reazioni avverse.

Le reazioni avverse elencate sotto derivano da segnalazioni spontanee e non ne è pertanto possibile un'organizzazione per categorie di frequenza.

Patologie del sistema emolinfopoietico:

Alterazioni della conta degli elementi corpuscolati del sangue, come trombocitopenia, porpora trombocitopenica, leucopenia, anemia (molto raramente), agranulocitosi, pancitopenia.

Disturbi del sistema immunitario:

Sono state segnalate, molto raramente, reazioni di ipersensibilità quali ad esempio, edema allergico e angioedema, edema della laringe, reazione anafilattica, shock anafilattico, asma, sudorazione, nausea, ipotensione, dispnea.

Disturbi psichiatrici:

Allucinazioni.

Patologie del sistema nervoso:

Capogiro, sonnolenza, iperattività, ipereccitabilità, insonnia, ansia, tremori muscolari, cefalea, disgeusia.

Patologie dell'orecchio e del labirinto:

Vertigini.

Patologie cardiache:

Aritmie, palpitazioni, tachicardia.

Patologie vascolari:

Ipertensione, ipotensione.

Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche:

Broncospasmo e asma, compresa la sindrome asmatica da analgesici, secchezza del naso e della gola.

Patologie gastrointestinali:

Nausea, vomito, disturbo di stomaco, diarrea, dolore addominale, anoressia, colite ischemica.

Patologie epatobiliari:

Compromissione della funzionalità epatica, epatite, insufficienza epatica dose-dipendente, necrosi epatica potenzialmente fatale (vedere paragrafi 4.4 e 4.9).

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo:

Reazioni cutanee di vario tipo e gravità, fra cui eruzione cutanea, prurito, orticaria, pustolosi esantematica acuta generalizzata, eritema fisso, eritema multiforme (raramente), Sindrome di Stevens–Johnson e necrolisi epidermica tossica (molto raramente e con possibile esito fatale).

Patologie renali e urinarie:

Insufficienza renale acuta, nefrite interstiziale, ematuria, anuria.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:


Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa