Lattulac Eps

09 dicembre 2021

Lattulac Eps




Cos'è Lattulac Eps (lattulosio)


Lattulac Eps è un farmaco a base di lattulosio, appartenente al gruppo terapeutico Antidoti, Lassativi. E' commercializzato in Italia da Sofar S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Lattulac Eps disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Lattulac Eps disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Lattulac Eps e perchè si usa


Encefalopatia porto-sistemica. Cirrosi epatica.

Indicazioni: come usare Lattulac Eps, posologia, dosi e modo d'uso


LATTULAC EPS - sciroppo

1 cucchiaio da tavola = 15 ml = 10 g di lattulosio

1 cucchiaino da caffè = 5 ml = 3,3 g di lattulosio

Adulti:

da 1 a 3 cucchiai al giorno, in relazione alla gravità del caso e alla risposta terapeutica.

Encefalopatia epatica cronica: da 90 a 190 ml al giorno, in 2-3 assunzioni giornaliere.

Popolazione pediatrica:

Bambini: da 1 a 3 cucchiaini al giorno, anche in unica somministrazione, a seconda dell'età e della gravità del caso.

Lattanti: 1 cucchiaino al giorno.

LATTULAC EPS – granulato per soluzione orale

Adulti:

la posologia giornaliera media è di 10-15 g in due somministrazioni. Tale posologia può essere raddoppiata o dimezzata a seconda della risposta individuale e/o del quadro clinico.

Encefalopatia epatica cronica: da 60 a 120 g/die, in 2-3 somministrazioni.

Popolazione pediatrica:

Bambini: da 2,5 a 10 g/die, anche in unica somministrazione, a seconda dell'età e della gravità del caso.

Lattanti: in media 2,5 g al giorno.

LATTULAC EPS- granulato per soluzione rettale

Lattulac EPS, “200 g granulato per soluzione rettale“, trova la sua applicazione terapeutica nell'encefalopatia epatica, come antiammoniemico, quando il paziente non sia in grado di assumere Lattulac EPS per via orale a causa dei seguenti impedimenti:
  • Stato di compromessa vigilanza, coma, precoma, semincoscienza.
  • Difficoltà ad assumere per via orale Lattulac EPS a causa delle alte dosi o del sapore.
  • Rischio di aspirazione tracheale del prodotto per via orale.
  • Preclusione all'assunzione orale dovuta a procedure endoscopiche o intubazione.
La posologia è di 1 litro ogni 8-12 ore, da trattenere nell'intestino per almeno 30-40 minuti. Nel caso fosse immediatamente evacuato, l'enteroclisma va subito ripetuto, con l'eventuale ausilio di un catetere a palloncino per assicurarne la ritenzione. Anche uno o due cuscini posti sotto i glutei del paziente possono favorire la ritenzione.

Nel caso di persistente incapacità del paziente a ritenere l'enteroclisma, per il tempo necessario di almeno 30-40 minuti, o in presenza di eventuali problemi di tollerabilità soggettiva (dolore addominale o serio disagio), la dose di 1 litro può essere frazionata in due semidosi da 500 ml ogni 3-4 ore. La somministrazione rettale deve comunque continuare per 3-4 giorni, durante i quali il paziente riprende solitamente una piena e vigile coscienza, ripristinando così la propria capacità di assumere volontariamente per via orale Lattulac EPS o altri farmaci.

Per facilitare l'applicazione del prodotto, in modo rapido ed igienico, si raccomanda l'utilizzo dei seguenti accessori presenti nella confezione insieme alla sacca Lattulac EPS, pronta all'uso, che ha la duplice funzione di contenitore del principio attivo e di apparecchio di somministrazione:
  • Cannula rettale atraumatica, protetta in bustina termosaldata.
  • Lubrificante per la cannula rettale, in bustina termosaldata.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Lattulac Eps


  • Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrago 6.1.
  • Galattosemia.
  • Stati di occlusione intestinale.

Lattulac Eps può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Non pertinente.

Quali sono gli effetti indesiderati di Lattulac Eps


In rari casi LATTULAC EPS può causare meteorismo e crampi addominali, solitamente di lieve entità e che recedono spontaneamente dopo i primi giorni di trattamento. In caso contrario è opportuna una riduzione della dose.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:


Farmaci e integratori:

...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Al via l’ottava edizione di FarmacistaPiù Digital Edition
Farmaci e cure
04 novembre 2021
Notizie e aggiornamenti
Al via l’ottava edizione di FarmacistaPiù Digital Edition
Report Aifa: agli over 65 tre farmaci al giorno e vitamina D
Farmaci e cure
02 novembre 2021
Notizie e aggiornamenti
Report Aifa: agli over 65 tre farmaci al giorno e vitamina D
Covid-19, la terza dose è efficace e protegge
Farmaci e cure
22 ottobre 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19, la terza dose è efficace e protegge
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa