Liserdol

16 gennaio 2021

Liserdol


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Liserdol (metergolina)


Liserdol è un farmaco a base di metergolina, appartenente al gruppo terapeutico Alcaloidi dell'ergot. E' commercializzato in Italia da Teofarma

Confezioni e formulazioni di Liserdol disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Liserdol disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Liserdol e perchè si usa


  • Prevenzione e soppressione della lattazione puerperale;
  • Trattamento delle amenorree iperprolattinemiche (amenorrea, galattorrea);
  • Emicranie e cefalee vascolari a carattere accessionale (trattamento profilattico);
  • Sindromi da accelerato transito (dumping syndrome) dei gastroresecati; diarrea da ipermotilità del tenue;
  • Cromaffinomi intestinali.

Indicazioni: come usare Liserdol, posologia, dosi e modo d'uso


Per facilitare l'assorbimento è preferibile la somministrazione del farmaco lontano dai pasti.

Prevenzione della lattazione: 4 mg per via orale 3 volte al giorno per 7 giorni, a partire dal mattino successivo al parto.

Soppressione della lattazione: 4 mg per via orale 3 volte al giorno per 7 giorni.

Amenorree iperprolattinemiche: 2 mg per via orale 3 volte al giorno per i primi 3-4 giorni di trattamento, successivamente 4 mg 3 volte al giorno. Il trattamento dovrà essere protratto fino alla ricomparsa dei flussi mestruali e comunque per non meno di 90 giorni.

Emicranie e cefalee vascolari: 2-8 mg al giorno per via orale in dosi refratte.

Sindromi da accelerato transito intestinale: 2-4 mg per via orale un'ora e mezzo o due ore prima dei pasti.

Cromaffinomi intestinali: 4-12 mg per via orale al giorno, in dosi refratte.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Liserdol


Ipersensibilità verso i componenti del prodotto.

Gravidanza (vedi punto 4.6 “Gravidanza e allattamento“).

Liserdol può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Vedi punto 4.4 “Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso“

Quali sono gli effetti indesiderati di Liserdol


Tali effetti sono generalmente di lieve entità e comprendono più frequentemente nausea, vomito, insonnia, sonnolenza, ansia e vertigini, astenia, disturbi gastrici.

Eccezionalmente sono stati segnalati anche casi di calo pressorio, talora gravi.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa