Locoidon

29 maggio 2024

Locoidon


Tags:


Cos'è Locoidon (idrocortisone butirrato)


Locoidon è un farmaco a base di idrocortisone butirrato, appartenente al gruppo terapeutico Corticosteroidi. E' commercializzato in Italia da Cheplapharm Arzneimittel GmbH

Confezioni e formulazioni di Locoidon disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Locoidon disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Locoidon e perchè si usa


Locoidon è indicato per il trattamento di affezioni della cute acute, subacute e croniche di natura infiammatoria, allergica o eczematosa, inclusi eczemi nelle varie forme (atopico, cronico, allergico, da contatto, infantile, seborroico, ecc.); psoriasi; lichen planus; neurodermatiti; dermatiti erpetiformi; intertrigini; eritema solare e dermatiti da radiazioni e prurito anogenitale. Locoidon non è indicato nel trattamento di condizioni di natura infettiva.
Locoidon è indicato negli adulti e nei bambini al di sopra dei due anni di età.


Indicazioni: come usare Locoidon, posologia, dosi e modo d'uso


Adulti e bambini

Il Locoidon 0,1% crema, grazie al suo eccipiente ad equilibrato rapporto fra fase grassa e fase acquosa, esplica azione emolliente e rinfrescante e pertanto trova impiego in tutte le dermopatie acute, subacute e croniche in cui è indicato il trattamento corticosteroideo topico.

Il Locoidon 0,1% unguento, in base grassa e anidra, è da preferire nelle forme croniche, nettamente secche e desquamanti.

Il Locoidon 0,1% crema idrofila, in veicolo acquoso e con caratteristiche idrofile spiccate, trova indicazioni, nelle forme acute o subacute, ad impronta estremamente essudativa.

Il Locoidon 0,1% emulsione cutanea, è un'emulsione fluida la cui base è costituita per il 15% da sostanze grasse e per l'85% da acqua. Per le sue caratteristiche di aderenza è indicato nelle aree coperte da peli e, non lasciando residui grassi sulla pelle ed in virtù della particolare spalmabilità, è adatto al trattamento delle zone scoperte come il viso, le mani e le aree estese. Inoltre per il suo effetto lenitivo è particolarmente adatto al trattamento delle forme acute umide.

Per l'applicazione sul cuoio capelluto e su zone coperte da peli, è indicato Locoidon 0,1% soluzione cutanea in veicolo idroalcolico.

In generale si consiglia l'uso su limitate superfici cutanee.

Applicare uno strato sottile di Locoidon sulla zona cutanea interessata, 1-2 volte al giorno massaggiando leggermente. Se il quadro clinico lo richiede, può essere applicata una fasciatura occlusiva mediante un foglio impermeabile di plastica trasparente da mantenere in situ per 3 giorni a seconda della natura, della gravità della lesione e delle condizioni del paziente. Le pellicole di plastica possono essere infiammabili e di per loro stesse possono provocare fenomeni di sensibilizzazione.
Qualora si applichi la medicazione occlusiva, tenere presente la possibilità di eventuali infezioni secondarie, batteriche o micotiche, che richiedono l'istituzione di una adatta terapia antimicrobica e la sospensione della medicazione occlusiva.
Si sconsiglia, ove possibile, l'impiego della fasciatura occlusiva su estese zone cutanee.
La terapia occlusiva è controindicata nei pazienti con dermatite atopica.
Nel caso di trattamenti prolungati di estese zone cutanee sotto bendaggio occlusivo, tenere presente la possibilità di effetti sistemici ed a carico della funzione corticosurrenale con eventuali alterazioni della omeostasi termica ed ipertermia che richiedono l'interruzione del trattamento.

Popolazione pediatrica

Nei bambini si deve evitare l'applicazione di grandi quantità, l'uso sotto bendaggi occlusivi e l'uso prolungato: i cicli di trattamento non devono, di norma, superare i 7 giorni.

Anziani

L'uso nei pazienti anziani non richiede l'adozione di precauzioni specifiche o aggiustamenti del dosaggio.


Controindicazioni: quando non dev'essere usato Locoidon


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Infezioni cutanee di origine batterica, micotica, da lieviti o parassitaria. Lesioni ulcerose della pelle, acne vulgaris, rosacea, dermatite periorale.
Al pari di ogni altro preparato cortisonico per uso topico, l'impiego del Locoidon è controindicato nelle lesioni cutanee di natura tubercolare e in quelle di origine virale (herpes, vaiolo, varicella).

Locoidon non deve essere utilizzato in bambini al di sotto dei due anni di età con eritema da pannolino.


Locoidon può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza
Non sono disponibili, o sono disponibili solo in quantità limitata, dati sull'uso di idrocortisone 17-butirrato nelle donne in gravidanza.

Gli studi condotti sugli animali non forniscono sufficienti informazioni in merito alla tossicità riproduttiva dell'idrocortisone 17-butirrato. Studi condotti sugli animali hanno dimostrato come i corticosteroidi più potenti siano in grado di produrre effetti teratogeni dopo l'applicazione cutanea.

Nelle donne in gravidanza Locoidon deve essere usato solo quando il potenziale beneficio giustifica il potenziale rischio e sotto diretto controllo medico.

Allattamento
L'assorbimento sistemico dell'idrocortisone 17-butirrato applicato per via topica è trascurabile.
Locoidon può essere usato durante l'allattamento, ma si raccomanda di evitare l'applicazione di Locoidon direttamente sul seno.

Fertilità
Non sono disponibili dati su animali o sull'uomo relativi all'effetto di Locoidon sulla fertilità. Tuttavia, l'assorbimento sistemico di Locoidon applicato per via topica è trascurabile e quindi, non si prevede che l'uso di Locoidon possa influenzare la fertilità umana.


Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico



Farmaci e integratori:

...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Convivere con la vitiligine
Pelle
06 maggio 2024
Notizie e aggiornamenti
Convivere con la vitiligine
Fitoretinoli: sostituti vegetali del Retinolo
Pelle
27 febbraio 2024
Notizie e aggiornamenti
Fitoretinoli: sostituti vegetali del Retinolo
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su YoutubeSeguici su Instagram
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa