Muscoril

19 febbraio 2020

Muscoril




Muscoril è un farmaco a base di tiocolchicoside, appartenente al gruppo terapeutico Miorilassanti. E' commercializzato in Italia da Sanofi S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Muscoril (tiocolchicoside) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Muscoril (tiocolchicoside) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Muscoril (tiocolchicoside) e perchè si usa


Lombo-sciatalgie acute e croniche, nevralgie cervico-brachiali, torcicolli ostinati, sindromi dolorose post-traumatiche e post-operatorie.



Come usare Muscoril (tiocolchicoside): posologia, dosi e modo d'uso


2-3 applicazioni al giorno di una quantità di prodotto in base alle dimensioni della zona interessata.

Il trattamento con l'unguento e con la schiuma può essere associato alle abituali manovre masso-kinesi-terapiche.

Per somministrare la schiuma: agitare prima dell'uso e premere il dispenser tenendo il contenitore sotto pressione capovolto.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Muscoril (tiocolchicoside)


Paralisi flaccida, ipotonie muscolari. Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Gravidanza ( vedere 4.6).

Generalmente controindicato durante l'allattamento (vedere 4.6).



Muscoril (tiocolchicoside) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Nell'uomo non esistono dati relativi all'uso di tiocolchicoside durante la gravidanza. Pertanto non sono noti i rischi potenziali a livello di embrione e feto. In relazione a ciò tiocolchicoside non deve essere impiegato durante la gravidanza (vedere 4.3).

Poiché il farmaco passa nel latte materno è necessario decidere se interrompere l'allattamento o il trattamento con il medicinale, tenendo in considerazione l'importanza del farmaco per la madre.



Quali sono gli effetti collaterali di Muscoril (tiocolchicoside)


Rari casi di reazioni allergiche cutanee che includono angioedema. Si veda, inoltre, la sezione 4.4.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette.

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Antibiotico, sì o no?
16 gennaio 2020
Quiz e test della salute
Antibiotico, sì o no?
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube