Baytril Soluzione Orale Pig Doser allo 0,5% 1 flacone 100 ml

29 novembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Baytril Soluzione Orale Pig Doser

Baytril Soluzione Orale Pig Doser allo 0,5% 1 flacone 100 ml



TITOLARE:

Elanco Italia S.p.A.

MARCHIO

Baytril Soluzione Orale Pig Doser

CONFEZIONE

allo 0,5% 1 flacone 100 ml

FORMA FARMACEUTICA
soluzione

PRINCIPIO ATTIVO
enrofloxacina

GRUPPO TERAPEUTICO
Antibiotici

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

SCADENZA
24 mesi

PREZZO
55,00 €

INDICAZIONI

A cosa serve Baytril Soluzione Orale Pig Doser allo 0,5% 1 flacone 100 ml

suinetto: enteriti batteriche neonatali sostenute da germi Gram – (Colibacillosi da E. coli), Gram + (Streptococcus sp., Staphylococcus sp., Clostridium sp. ecc.) o da flora microbica mista; affezioni respiratorie o sistemiche, individuali od enzootiche (anche sostenute da Haemophilus sp.) ed in genere, tutte le infezioni di tutti gli organi ed apparati sostenute da germi Gram -, Gram + e Micoplasmi. Coniglio: complesso respiratorio delle prime o delle ultime vie; enteriti sostenute da germi sensibili; infezioni batteriche sistemiche, anche sostenute da florabatterica mista, individuali od enzootiche, quali: Pasteurellosi Colibacillosi Stafilococcosi.

MODO D'USO

Come si usa Baytril Soluzione Orale Pig Doser allo 0,5% 1 flacone 100 ml

la dose base di Baytril soluzione orale 5 mg/ml corrisponde a: 1 ml ogni 2 kg p.v. ogni 24 ore, per 3-5 giorni consecutivi, per os. (1 ml è la quantità di soluzione erogata dall'apposito dosatore ad ogni singola pressione esercitata sullo stantuffo). A questi dosaggi, ogni somministrazione garantisce l'introduzione nell'organismo di 2,5 mg di Enrofloxacina per ogni kg p.v. In caso di infezioni respiratorie di particolare gravità e di salmonellosi, la dose può essere eventualmente elevata fino a 5 mg/kg p.v. ogni 24 ore per 5 gg.

AVVERTENZE

precauzioni speciali per l'impiego negli animali: durante l'uso del medicinale veterinario, è necessario attenersi ai regolamenti ufficiali e locali sull'uso dei prodotti antimicrobici. I fluorochinoloni dovrebbero essere riservati per il trattamento di condizioni cliniche che hanno risposto scarsamente, o ci si aspetta rispondano scarsamente, ad altre classi di antimicrobici. Tutte le volte che è possibile, i fluorochinoloni dovrebbero essere usati solo sulla base di test di sensibilità. L'impiego del prodotto diverso dalle istruzioni, può aumentare la prevalenza di batteri resistenti ai fluorochinoloni e ridurre l'efficacia del trattamento con altri chinoloni a causa di potenziale resistenza crociata.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa