Raldon 120 mg/g os soluzione vescica 5 kg

04 marzo 2021
Prodotti veterinari - Scheda Raldon 120 mg/g

Raldon 120 mg/g os soluzione vescica 5 kg


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

TITOLARE:

Dox-Al Italia S.p.A.

MARCHIO

Raldon 120 mg/g

CONFEZIONE

os soluzione vescica 5 kg

FORMA FARMACEUTICA
granulato

PRINCIPIO ATTIVO
colistina solfato

GRUPPO TERAPEUTICO
Antibatterici

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

SCADENZA
24 mesi

PREZZO
-------- €

CONFEZIONI DI RALDON 120 MG/G DISPONIBILI IN COMMERCIO

INDICAZIONI

A cosa serve Raldon 120 mg/g os soluzione vescica 5 kg

vitelli, suini, polli da carne, galline ovaiole, tacchini, conigli. Trattamento e metafilassi delle infezioni enteriche causate da E. Coli non invasivo sensibile alla colistina. Prima del trattamento metafilattico deve essere stabilita la presenza della malattia nella mandria o gruppo.

MODO D'USO

Come si usa Raldon 120 mg/g os soluzione vescica 5 kg

via orale. Vitelli, suinetti fino a 35 kg di peso, polli da carne, galline ovaiole, tacchini e conigli: il medicinale deve essere somministrato, diluito in acqua da bere o alimento liquido, per 3-7 giorni secondo prescrizione veterinaria, alla dose giornaliera di 45-50 mg/kg p.v., pari a 5-6 mg di colistina solfato/kg p.v. La corrispondente concentrazione nell'acqua di bevanda o nell'alimento liquido deve essere ricalcolata in funzione del peso reale degli animali e dell'effettivo consumo di acqua o alimento liquido. Non superare la dose autorizzata in mg di principio attivo/kg p.v. Per evitare un sottodosaggio il peso corporeo deve essere determinato nel modo più accurato possibile. Il consumo dell'acqua medicata dipende dalle condizioni cliniche degli animali. Al fine di ottenere un corretto dosaggio, la concentrazione dell'antimicrobico deve essere calcolata conformemente.

AVVERTENZE

l'assunzione dell'acqua medicata da parte degli animali può essere alterata a seguito della malattia. Per i soggetti che presentano un'assunzione ridotta di acqua eseguire il trattamento per via parenterale utilizzando un idoneo prodotto iniettabile su consiglio del medico veterinario. L'utilizzo ripetuto e protratto va evitato, migliorando le prassi di gestione mediante pulizia e disinfezione.


Data ultimo aggiornamento: 02/03/2021

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa