Sodio Cloruro (Fisiologica) 0,9% Monico

08 maggio 2021

Sodio Cloruro (Fisiologica) 0,9% Monico


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Sodio Cloruro (Fisiologica) 0,9% Monico (sodio cloruro)


Sodio Cloruro (Fisiologica) 0,9% Monico è un farmaco a base di sodio cloruro, appartenente al gruppo terapeutico Soluzioni endovena elettrolitiche. E' commercializzato in Italia da Monico S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Sodio Cloruro (Fisiologica) 0,9% Monico disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Sodio Cloruro (Fisiologica) 0,9% Monico disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Sodio Cloruro (Fisiologica) 0,9% Monico e perchè si usa


Allestimento di preparazioni iniettabili.

Indicazioni: come usare Sodio Cloruro (Fisiologica) 0,9% Monico, posologia, dosi e modo d'uso


Utilizzare per soluzioni, diluizioni o sospensioni estemporanee di medicinali iniettabili o di altre preparazioni sterili.

Scegliere il volume da impiegare in base alle esigenze di diluizione della preparazione iniettabile.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Sodio Cloruro (Fisiologica) 0,9% Monico


Ipernatriemia.

Pletore idrosaline.

Per le controindicazioni si rimanda, inoltre, al RCP relativo al medicinale che si intende somministrare.

Sodio Cloruro (Fisiologica) 0,9% Monico può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Sebbene non si siano evidenziati effetti sullo sviluppo del feto, il medicinale va somministrato solo in caso di effettiva necessità e solo dopo aver valutato il rapporto rischio/beneficio.

Il medicinale è compatibile con l'allattamento.

Per le precauzioni da adottare in caso di gravidanza e allattamento, si rimanda, inoltre, al RCP relativo al medicinale che si intende somministrare.

Quali sono gli effetti indesiderati di Sodio Cloruro (Fisiologica) 0,9% Monico


Gli effetti indesiderati a seguito della somministrazione di sodio cloruro sono riferibili principalmente a disordini dell'equilibrio elettrolitico (ipernatriemia, ipercloremia, ipervolemia) e problemi relativi alla sede di somministrazione (infezione nel sito di infusione, dolore o reazione locale, irritazione venosa, trombosi o flebite venosa che si estende dal sito di infusione, stravaso).

Per gli effetti indesiderati, si rimanda inoltre al RCP relativo al farmaco che si intende somministrare.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
AIFA: attenzione agli acquisti online di farmaci
Farmaci e cure
19 aprile 2021
Notizie e aggiornamenti
AIFA: attenzione agli acquisti online di farmaci
Gestione domiciliare Covid, dalla profilassi alle terapie
Farmaci e cure
31 marzo 2021
Speciale Coronavirus
Gestione domiciliare Covid, dalla profilassi alle terapie