Terbinafina Aurobindo Pharma Italia

10 aprile 2020

Terbinafina Aurobindo Pharma Italia




Terbinafina Aurobindo Pharma Italia è un farmaco a base di terbinafina cloridrato, appartenente al gruppo terapeutico Antimicotici. E' commercializzato in Italia da Aurobindo Pharma (Italia) S.r.l..


Confezioni e formulazioni di Terbinafina Aurobindo Pharma Italia (terbinafina cloridrato) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Terbinafina Aurobindo Pharma Italia (terbinafina cloridrato) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Terbinafina Aurobindo Pharma Italia (terbinafina cloridrato) e perchè si usa


Trattamento delle infezioni fungine della pelle causate da dermatofiti sensibili alla terbinafina nei casi di tinea corporis, tinea cruris e tinea pedis, quando la terapia orale è considerata appropriata a causa del sito, della gravità o dell'estensione dell'infezione.

Trattamento dell'onicomicosi causata da dermatiti sensibili alla terbinafina.

Si devono tenere in considerazione le linee guida ufficiali relative all'uso appropriato e alla prescrizione di antimicotici.



Come usare Terbinafina Aurobindo Pharma Italia (terbinafina cloridrato): posologia, dosi e modo d'uso


Adulti:

250 mg una volta al giorno, tuttavia, la durata del trattamento può variare a seconda dell'indicazione e della gravità dell'infezione.

Infezioni della pelle:

Durata del trattamento

La probabile durata del trattamento è la seguente:

Tinea pedis (interdigitale, plantare/tipo mocassino): da 2 a 6 settimane

Tinea corporis: da 2 a 4 settimane

Tinea cruris: da 2 a 4 settimane

Onicomicosi

La durata del trattamento varia solitamente da 6 settimane a 3 mesi. Per l'onicomicosi delle unghie delle mani è generalmente sufficiente il trattamento di 6 settimane. Riguardo all'onicomicosi delle unghie dei piedi, è solitamente sufficiente un trattamento di 12 settimane anche se alcuni pazienti con scarsa crescita delle unghie possono richiedere una durata di trattamento più lunga (6 mesi o oltre). La completa guarigione dei segni e sintomi dell'infezione può non verificarsi fino a molti mesi dopo la cessazione del trattamento. Ciò corrisponde al tempo necessario alla ricrescita dell'unghia sana.

Bambini e adolescenti (al di sotto dei 18 anni di età):

C'è un'esperienza limitata con terbinafina orale nei bambini e negli adolescenti e, pertanto, il suo uso non è raccomandato.

Anziani:

Non c'è evidenza che suggerisca che i pazienti anziani richiedano un regime di dosaggio differente o che manifestino effetti indesiderati differenti da quelli dei pazienti più giovani. In questo gruppo di età deve essere considerata la possibile compromissione della funzione epatica o renale (vedere paragrafo 4.4).

Insufficienza renale

I pazienti con funzione renale compromessa (clearance della creatinina inferiore a 50 ml/min o creatinina sierica oltre i 300 mmol/l) devono essere trattati con la metà della dose normale.

Insufficienza epatica

Terbinafina non è raccomandata per i pazienti con malattia epatica cronica o attiva. In caso di una valutazione rischio/beneficio in cui il beneficio supera i rischi, in caso di insufficienza epatica, si deve iniziare con la dose più bassa. In pazienti con preesistente malattia epatica lieve o grave, la clearance della terbinafina può essere ridotta (vedere paragrafo 5.2). Vedere anche il paragrafo 4.4 riguardo ai pazienti con compromissione epatica.

Modo di somministrazione:

La compressa deve essere deglutita intera con acqua con o senza cibo.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Terbinafina Aurobindo Pharma Italia (terbinafina cloridrato)


  • Ipersensibilità alla terbinafina o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
  • Grave compromissione renale (clearance della creatinina <30 ml/min).
  • Grave compromissione epatica.



Terbinafina Aurobindo Pharma Italia (terbinafina cloridrato) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza:

Tossicità fetale e studi sulla fertilità negli animali non suggeriscono effetti avversi.

Non ci sono dati adeguati sull'uso della terbinafina in donne in gravidanza; pertanto la terbinafina non deve essere somministrata durante la gravidanza.

Allattamento:

Terbinafina è escreta nel latte materno e pertanto le madri che allattano non devono essere trattate con terbinafina durante l'allattamento.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Come diventare donatore di organi e tessuti
04 aprile 2020
Notizie e aggiornamenti
Come diventare donatore di organi e tessuti
Vitamina D: un vademecum di AIFA
17 marzo 2020
Notizie e aggiornamenti
Vitamina D: un vademecum di AIFA
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube