ATELETTASIA

21 ottobre 2018
Lettera A

ATELETTASIA



Definizione di ATELETTASIA


Collabimento più o meno esteso di alveoli polmonari che si svuotano dell'aria in essi contenuta e collassano. L'atelettasia può essere congenita, in cui il polmone dopo la nascita resta nelle stesse condizioni del polmone fetale, in quanto l'aria non vi penetra; le cause possono essere l'ostruzione bronchiale per blocchi di muco o di meconio aspirati nei primi moti respiratori oppure per mancata o insufficiente funzione respiratoria conseguente ad estrema debolezza del neonato o per lesioni nervose centrali (emorragie, contusioni) verificatesi durante il parto. L'atelettasia acquisita si verifica per ostruzione o stenosi bronchiale (corpo estraneo nelle vie aeree, tumore broncopolmonare, stenosi infiammatoria o cicatriziale di un bronco, adenopatie mediastiniche, ectasia dell'aorta, pneumotorace), per drenaggio polmonare insufficiente (postumi operatori, disturbi neuromuscolari dell'apparato respiratorio da miastenia, miopatie, poliomielite), per aumento delle secrezioni bronchiali (polmonite, asma, grave emottisi) o per compressione pleurica (pleurite, pneumotorace). La forma acuta è caratterizzata da dispnea, tachicardia, cianosi ed immagine radiologica di addensamento polmonare; la forma cronica è spesso muta clinicamente e si può diagnosticare solo con la radiografia del torace.


Vedi anche:


Ultimi articoli
L'esperto risponde