Adenocarcinoma colon, terapia si, terapia no?

12 novembre 2014

Adenocarcinoma colon, terapia si, terapia no?




11 novembre 2014

Adenocarcinoma colon, terapia si, terapia no?

Salve, mi chiamo Elena, mio padre 66 anni, nel 2008 è stato operato di adenocarcinoma gastrico al Gemelli, ha subito distrazione parziale dello stomaco ed è stato trattato con chemioterapia pre e post operatoria con protocollo da voi prescritto, i successivi controlli sono stati ottimi, fino a quest'anno, dopo una Pet è un un controllo con colonscopia sono stati diagnosticati alcuni polipi tra cui uno opiù grande circa 2, 7 cm, di cui si consiglia l'escissione chirurgica, vengo effettuati i prelievi per un controllo istologico, i polipi piccoli risultano con displasia di grado basso, per il polipo invece da 2, 7 cm l'esame istologico recita displasia moderata focalmente grave. in data 3 settembre si procede alla escissione chirurgia, l'esame istologico del nodulo issutale recita: adenocarcinome tubulo villoso ben differenziato G1 infiltrante la tonaca muscolare presente del tessuto muco cutaneo anale inviato. Base d'impianto indenne. Il consulto tra oncologo e radiologo è discordante il primo pro terapia il secondo no. Per avere più elementi il radiologo ha prescritto un risonanza magnetica con contrasto il referto recita :"nell'ambito dei tessuti molli perianali, alterazione di segnale lineare a livello dei tessuti molli sottocutanei bilateralmente che si estendono con decorso postero-inferiore andando a contrarre rapporto con lo sfintere esterno. Lo studio contrastrografico evidenzia enhancement di tipo flogistico evidente in particolare nel tragitto fistologico di sinistra che si affonda fino allo sfintere anale esterno dove si presenta area di iperintensità focale. Marcato ristagno di feci nel retto sigma. Linfonodi aumentati di volume, sub centimetrici a livello del canale inguinale bilaterale. " Come ci consiglia di muoverci? Tra trattamento radio o chemio terapico quale è necessario? qui i pareri sono discordandi. Attendo sue, grazie anticipatamente

Risposta del 12 novembre 2014

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Capisco che i pareri siano discordi. C' è un dato favorevole, il fatto che l' esame istologico dice che " la base di impianto è indenne ". Questo dovrebbe significare che il tessuto tumorale era contenuto tutto all'interno del polipo, il quale ora non c'è più. Inoltre, il radiologo, in base alla risonanza, parla di contrasto " flogistico ", cioè infiammatorio. E anche i linfonodi ingrossati possono essere di tipo " reattivo ", cioè infiammatorio. Quindi, prima di tutto, i consulenti ( ma non posso farlo io ) devono decidere se è necessaria una terapia oncologica o no.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:
Ultimi articoli
Colite ulcerosa
14 aprile 2020
Patologie mediche
Colite ulcerosa
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube