Celiachi e dieta senza glutine, ma persistenza sintomi

19 giugno 2021

Celiachi e dieta senza glutine, ma persistenza sintomi


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


15 giugno 2021

Celiachi e dieta senza glutine, ma persistenza sintomi

buongiorno, ho 37 anni e da due mesi a questa parte ho praticamente tutti i gg al risveglio, feci molli e non formate (alternate ad episodi di diarrea) e la sera borboglii alla pancia con sensazione di aria nella pancia. Premetto che sono sempre stata molto regolare (una/due volte al di) e che le mie feci sono sempre state solide e formate. Il medico mi ha prescritto tutta una serie di esami di cui ho avuto l'esito settimana scorsa: esami del sangue, urine e feci, tutto normale senza alcun asterisco. Esame del sangue per anticorpo anti transglutaminasi: 27* con una nota "si rileva la presenza di anticorpi anti endomisio in diluizione 1:20". Sto attendendo l'esito del Breath TEst del lattosio ma intanto sto assumendo prodotti senza lattosio. Il medico di base mi ha prescritto una dieta senza glutine in quanto dall'esame è stata rilevata la celiachia. Ho iniziato da 3 gg la dieta priva di glutine ed effettivamente non sento più quella sensazione di pienezza che mi capitava di avere subito dopo aver mangiato fino alla settimana scorsa, ma le feci non sono cambiate, anzi, ieri ho avuto un episodio di diarrea con più di 10 scariche e oggi sempre feci molli e non formate al risveglio. Questa cosa mi sta preoccupando parecchio, non che io immagini un cambiamento repentino subito dopo l'inizio della dieta, ma mi ritrovo con la dissenteria di ieri (senza dolori, solo feci liquide) e feci non formate e vorrei sapere se c'è qualcosa che io possa fare per avere un quadro un po' più chiaro della situazione e stare tranquilla. Ammetto di essere terrorizzata dalle "brutte malattie" e questo "non sapere" mi provoca non poca ansia. Ringrazio anticipatamente per una vostra risposta

Risposta del 19 giugno 2021

Risposta a cura di:
Dott. LORENZO GIANNANTONIO


Buonasera, andrebbe indagato lo stomaco ed il duodeno per possibile disturbo dell’escrezione colecistica.

Dott. Lorenzo Giannantonio
Igiene
Specialista in Igiene e medicina preventiva
Francavilla al Mare (CH)


Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Obesità: un problema tutto italiano
Stomaco e intestino
13 maggio 2021
Notizie e aggiornamenti
Obesità: un problema tutto italiano
Reflusso gastroesofageo, benefici da fico d'india e olivo
Stomaco e intestino
09 maggio 2021
Notizie e aggiornamenti
Reflusso gastroesofageo, benefici da fico d'india e olivo