Celiachia

15 dicembre 2019

Celiachia




10 dicembre 2019

Celiachia

Referto biopsia: frammenti di mucosa duodenale orientata con architettura dei villi normale e con linfocitosi intraepiteliale, testata con anticorpi anti cd3, nella norma. La presenza di flogosi cronica nella lamima propria e un quadro moderato di iperplasia delle cripte rende opportuna correlazione con quadro clinico-laboratoristico.
E' celiachia? Grazie

Risposta del 15 dicembre 2019

Risposta a cura di:
Dott.ssa DANIELA PELOTTI


È importante dire che attualmente è stata codificata una nuova malattia o sindrome che è la "Gluten Sensitivity", cioè una forma di intolleranza al glutine, documentabile con il dosaggio delle immunoglobuline IgG4, che però non innesca la catena autoimmunitaria che porta alla distruzione dei villi enterici. Per dirla semplicisticamente è una forma “più blanda”, che si controlla sempre con la dieta, ma che non presenta le complicazioni citate del morbo celiaco.
La diagnosi della celiachia si ottiene dosando nel sangue gli anticorpi antigliadina, antiendomisio e anti-trans-glutaminasi tissutale. E' fondamentale la valutazione istologica della atrofia dei villi nella biopsia intestinale eseguita durante la gastroscopia. Il conteggio dei linfociti intraepiteliali, eseguita con metodica immunoistochimica, è importante perché conferma casi borderline cioè che hai una Gluten Sensitivity e che se continui a mangiare cibi con glutine manifesterai prima o poi la celiachia vera.

Dott. Ssa Daniela Pelotti
Specialista attività privata
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Molinella (BO)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube