Continua diarrea

21 dicembre 2005

Continua diarrea




18 dicembre 2005

Continua diarrea

Salve mi chiamo Luigi e ho 24 anni. Fin da piccolo ho sempre sofferto di forti dolori addominali che si concludevano con una diarrea. Adesso sono circa 15gg che ho questi dolori, credo causati da aria nella pancia, e uno snervante alternarsi di stitichezza e diarrea. I dolori una volta evacuato si calmano abbastanza. Però continuo ad andare in bagno per almeno altre 7 o 8 volte. La prima volta le feci hanno una consistenza molliccia e colorazione un po giallina, mentre le altre volte vado sempre e solo acqua. Da cosa può dipendere. . . fino ad oggi non mi ero mai preoccupato perchè erano episodi che duravano al massimo due giorni ed erano intervallati da lungo benessere. Vorrei evitare di sottopormi ad una colonoscopia che mi hanno detto essere molto dolorosa. Esistono esami alternativi indolore per capire precisamente di cosa si tratta? Che tipo di terapia potrei/dovrei seguire? Purtroppo ho una certa difficoltà con l'assunzione di famraci per via orale perchè sono affetto da una gastrite con fenomeni di reflusso che curo regolarmente con pariet da 10mg e gaviscon advance. Grazie Grazie.

Risposta del 21 dicembre 2005

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO FANTIN


effettivamente credo che per il momento si possa anche evitare la colonscopia.
Una visita aiuterebbe ad orientarsi meglio. I sintomi riportati sono abbastanza suggetivi per sindrome dell'intestino irritabile.
Eseguirei degli accertamenti per escludere Celiachia o intolleranze/ Allergie alimentari, problemi legati alla tiroide, infezioni intestinali (corpocolture con ricerca parassiti e Giardia lamblia oltre alla ricerca del sangue occulto fecale).
Le consiglierei Debridat 1 cp x 3 al dì insieme a Dicoflor GG 1 busta al dì
Cordiali saluti

Dott. Alberto Fantin
Medico Ospedaliero
Specialista in Gastroenterologia

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Ultimi articoli
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Emorroidi
16 gennaio 2020
Patologie mediche
Emorroidi
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube