Ipocloridria?

16 giugno 2016

Ipocloridria?


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


13 giugno 2016

Ipocloridria?

Salve, vorrei raccontare la mia esperienza che dura ormai da due anni, sperando di trovare finalmente una spiegazione ai miei dubbi. Ho venti anni, due anni fa cominciai, in un periodo normalissimo e scevro da qualsiasi stress, ad avvertire nausea serale tutti i giorni, tutti i giorni e alla stessa ora, precisamente le 20:00. Oltre a queste, vi erano frequentissime eruttazioni, anche durante i pasti e al mattino appena sveglia. In più avevo senso di gonfiore in ogni momento della giornata. Mi recai dal gastroenterologo e mi disse che si trattava di "dispepsia", mi prescrisse una cura a base di Limpidex, dicendomi di evitare alcuni cibi e bevande. Tuttavia le compresse, anche a cura finita, non ebbero alcun effetto positivo. La nausea, le eruttazioni, il gonfiore continuavano, e, anzi, a questi si aggiunsero progressivamente altri sintomi: dimagrimento improvviso (da 50 chili a 46), inappetenza. Dopo circa sei mesi, andando in vacanza, mi accorsi che la nausea era sparita. Una circostanza che può far pensare ad una guarigione psicologica, ma in verità in vacanza avevo cambiato un'abitudine: prendere il latte tutte le mattine. Questa supposizione mi tranquillizzò, e in seguito mi recai dal cardiologo. Il dottore rilevò delle aritmie e ritenne che erano dovute ad un'incapacità del mio stomaco di assimilare sali minerali, mi consigliò bevande energetiche ma io non le ho mai bevute perché gli ingredienti mi sembrano dannosi per altro. Ad ottobre dell'anno scorso iniziai ad avvertire un nuovo sintomo: dopo pasti abbondanti, in particolare la sera, sentivo un forte dolore retrosternale come delle fitte che si irradiavano dalla spalla destra alla parte destra del collo, alla mandibola (ci tengo a precisare che ci sono stati una decina di episodi e il dolore ha sempre interessato soltanto la parte destra, come mai??). Siccome credevo che il problema, delle nausee almeno, fosse il latte di vacca, una mattina presi il latte di soia addizionato con calcio e vitamina D. Risultato? Dopo un anno e mezzo, ecco di nuovo quella sensazione di nausea alle 20:00. Eppure il latte di soia non ha niente a che fare con quello di vacca! Feci un esperimento per alcuni giorni. . . Da questo esperimento risultò che il latte di soia normale, non addizionato con Vitamina D e calcio, non mi provocava alcuna nausea, mentre quello addizionato sì. Mi venne così, in mente, ciò che disse il cardiologo. Sarà il calcio che non riesco ad assumere? Cercando su internet, ho trovato l'ipocloridria come "deficit" dello stomaco che non gli permette di assimilare sali minerali. Ma questo deficit è associato a carcinomi. . . Ci tengo a sottolineare che perdo tantissimi capelli, ho sempre gli arti freddi, anche con 20 gradi, e le mie analisi del sangue rilevano SEMPRE i valori della VES superiori alla norma. Inoltre ho il colesterolo a 180 pur avendo sempre seguito un'alimentazione corretta. Ora la mia preoccupazione più grande è che si tratti di un tumore. . . Cosa ne pensate?

Risposta del 16 giugno 2016

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Lei ha descritto molto bene la sua situazione clinica e quello che posso affermare è che si può pensare a qualinque cosa, tranne che lei abbia un tumore. Quindi, a questo proposito, stia tranquilla. Vorrei saperne di più sugli altri esami di laboratorio, che sicuramente ha eseguito. Me li mandi e aggiunga anche quelli epatologici e un esame completo delle feci.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)
Risposta del 16 giugno 2016

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Aggiunga anche un esame del sangue che si chiama gastropanel.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Infezioni correlate all’assistenza, al via la campagna #ALLEAMICI
Stomaco e intestino
22 dicembre 2020
Notizie e aggiornamenti
Infezioni correlate all’assistenza, al via la campagna #ALLEAMICI
Microbiota intestinale: un ruolo centrale nella salute
Stomaco e intestino
11 dicembre 2020
Notizie e aggiornamenti
Microbiota intestinale: un ruolo centrale nella salute