Sindrome dell'intestino irritabile?

06 febbraio 2016

Sindrome dell'intestino irritabile?




04 febbraio 2016

Sindrome dell'intestino irritabile?

Salve, sono una donna di 35 anni che da un anno soffre di disturbi a livello di alto addome. La sensazione è di avere una ciambella appoggiata alle ultime costole che stringe. Mi capita tutti i giorni, ed inizia nel momento in cui mi siedo in auto. In alcune giornate, ho anche delle fitte diffuse all'addome con meteorismo e flatulenza. Il gastroenterologo dopo una visita clinica mi ha detto di soffrire della sindrome dell'intestino irritabile, ma mi ha sconsigliato di assumere farmaci, se non c'è un vero e proprio dolore. Sono decisamente avvilita perché è una condizione di forte disagio che si accompagna giornalmente alla mia vita. Il mio medico di base mi ha consigliato di assumere all'occorrenza l'otilonio bromuro, che ho preso in quelle giornate in cui proprio la situazione era per me insopportabile. Dopo l'assunzione del farmaco, va un pochino meglio, ma quella sensazione di avere qualcosa al di sopra delle costole, permane sempre, sembra quasi al di fuori della cavità addominale. Vorrei un consiglio su cosa posso fare, se rivolgermi ad un'altro gastroenterologo per un secondo consulto, ad un fisiatra, ipotizzando un problema posturale legato alla posizione seduta, ad un nutrizionista o cos'altro. Sono realmente disperata e preoccupata, è un anno che non c'è giorno che non senta questo fastidio.
Gli esami eseguiti sono stati un'ecografia addominale, un rx torace e il test per la Celiachia, da cui non è emerso nulla.
Ringraziando per l'attenzione porgo i miei saluti
Anna

Risposta del 06 febbraio 2016

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Il fatto che un farmaco con azione antispastica sul colon abbia avuto un certo effetto, confermerebbe che i suoi disturbi abbiano origine da lì. Molto spesso, il dolore nasce da una combinazione di spasmo della parete del colon, con eccessiva formazione di aria (meteorismo ). Credo che i suoi disturbi possano essere attenuati aggiungendo all'antispastico uno si quei prodotti non farmacologici contro il meteorismo, come quelli a base di carbone, semi di finocchio e soprattutto di simeticone, che può assumere anche a dosi alte e per lunghissimi periodi, non essendo dei farmaci.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:
Ultimi articoli
Colite ulcerosa
14 aprile 2020
Patologie mediche
Colite ulcerosa
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube