Ustioni di 2-3 gr4ado

13 gennaio 2006

Ustioni di 2-3 gr4ado


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


10 gennaio 2006

Ustioni di 2-3 gr4ado

Mia madre si è ustionata, in un incidente casalingo accaduto lo scorso inizio di Dicembre, al di sotto delle ginocchia. Presenta ustioni giudicate di 2-3 grado dai medici del centro grandi ustionati del Cannizzaro di Catania. Attualmente, contro le richieste dei medici, ha rifiutato l'intervento di autotrapianto ed è stata dimessa. Noi familiari temiamo che le ferite estese possano infettarsi gravemente. Cosa ne pensate? Inoltre ho visto che la ricostruzione può avvenire anche per innesto di tessuti sviluppati in vitro a partire da tessuti dello stesso paziente o di un donatore. In un articolo recente, si fa riferimento anche alla possibilità di innestare cellule embrionali. Insomma, le possibilità sembrano tante, ma quali sono quelle perseguibili?In quali centri? Ci sono costi elevati (anche con l'assistenza sanitaria nazionale)? RingraziandoVi in anticipo per una Vs risposta, Vi invio Distinti saluti.

Risposta del 13 gennaio 2006

Risposta a cura di:
Dott. CLAUDIO BERNARDI


Gentile signore,
è estremamente importante che le ferite si chiudano rapidamente mediante innesti cutanei autologhi, prelevati dallo stesso sogetto. Il resto è ancora in fase sperimentale che non può essere preso ancora in considerazione nel momento in cui esistono aree donatrici nel paziente. Cercate di convincere la mamma a seguire i consigli dei medici.
Saluti
Dr. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica Estetica

Dott. Claudio Bernardi
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia plastica ricostruttiva
ROMA (RM)

Ultime risposte di Chirurgia estetica

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
L’autostima non è solo questione di rughe
Chirurgia estetica
25 maggio 2020
Notizie e aggiornamenti
L’autostima non è solo questione di rughe
Labbra rifatte: ecco come preservare l'aspetto naturale
Chirurgia estetica
26 aprile 2017
Notizie e aggiornamenti
Labbra rifatte: ecco come preservare l'aspetto naturale
Cosmetici: meglio quelli “chemical free”
Chirurgia estetica
18 marzo 2016
Notizie e aggiornamenti
Cosmetici: meglio quelli “chemical free”