La diversità potente

24 giugno 2018

La diversità potente


Buddha non è un bar

Tenete la barra dritta se volete arrivare lontani, ma non pensate di poter timonare giorno e notte sempre da soli. Abbiate l'umiltà di chiedere aiuto, la modestia di capire da chi riceverlo e la determinazione astuta di tenere chi non lo merita lontano dal vostro ponte di comando.

Il mare della vita richiede, come abbiamo visto, un grande lavoro individuale e, allo stesso tempo, una mente tanto aperta da mettersi con fiducia nelle mani e nel cuore degli altri.
Simili e diversi da noi, gli altri esseri umani arricchiscono le nostre esperienze di risultati che da soli non saremmo mai neppure riusciti a immaginare.

La capacità di creare soluzioni deriva dal numero di cervelli che lavorano insieme per gli stessi obiettivi, la somma dei processi inventivi umani in questo modo diventa rapidamente esponenziale e non aritmetica.

Un unico consiglio che posso darvi è quello di cercare di fare sinergia con persone le più diverse e lontane da voi perché, in questo modo, potreste arrivare a scoprire l'impossibile.

La potenza della differenza.

Tratto da: Luca Pani, "Buddha non è un bar" - EDRA Lswr Edizioni





Libri e pubblicazioni:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube