Più di 2 milioni di adolescenti nel mondo hanno l'Hiv

28 novembre 2013
News

Più di 2 milioni di adolescenti nel mondo hanno l'Hiv


giornata mondiale aids

Hiv, quando se ne parla si ha sempre la sensazione di parlare di un fantasma del passato.
Niente di più errato se l'Organizzazione mondiale della sanità lancia la Giornata mondiale contro l'Aids per il primo dicembre con dei numeri allarmanti: nel mondo più di due milioni di adolescenti tra 10 e 19 anni hanno l'Hiv, e molti di questi non ricevono le cure e le indicazioni adeguate per tenere sotto controllo la malattia.

Il fallimento delle politiche adottate fin qui, spiega l'Oms, ha fatto sì che all'interno dei malati più giovani la mortalità sia cresciuta del 50 per cento, mentre per tutti gli altri pazienti è scesa nel mondo del 30 per cento tra il 2005 e il 2012. Non solo.
C'è il rischio che i contagi aumentino per diverse cause, spiegano le nuove linee guida sull'assistenza pubblicate dall'Oms, a partire dagli abusi sessuali per arrivare all'uso di droghe iniettabili e a questi si aggiunge un maggior numero di bambini nati da madri sieropositive che raggiungono l'adolescenza.

«Gli adolescenti sono sottoposti a pressioni sociali ed emozionali difficili da sopportare durante il passaggio dalla giovane età a quella adulta» spiega Gottfried Hirnschall, direttore del dipartimento Hiv dell'Oms. «Inoltre hanno una minore probabilità degli adulti di fare il test e spesso serve loro un maggiore supporto per poter seguire regolarmente le terapie».




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube