Il benessere del sonno inizia dall'igiene del materasso

27 dicembre 2019
News

Il benessere del sonno inizia dall'igiene del materasso


opra il materasso trascorriamo circa un terzo della nostra vita eppure è uno degli elementi della casa più trascurati sotto l'aspetto igienico. Al contrario, il materasso deve essere pulito e igienizzato con regolarità, non solo in presenza di macchie di varie natura. La sua costante manutenzione evita il proliferare di acari  che sono all'origine di asma e allergie (rappresentano la causa di oltre il 70% delle allergie di natura respiratoria.

Un corretto uso del materasso elimina inoltre la presenza di muffa, polvere, batteri, sostanze allergeniche o chimiche, rilasciate dai cosmetici di viso e corpo, pelle morta, capelli. Tutti elementi che trovano un buon terreno di moltiplicazione grazie al sudore, per esempio, che rilasciamo sulle lenzuola, sul cuscino, sul materasso e che contribuisce a creare un ambiente caldo-umido. Sappiamo infatti che gli acari muoiono per disidratazione, dunque l'ambiente secco rappresenta il loro nemico.


Igiene dei materassi: tutti i passaggi


Il primo rimedio è una buona abitudine: aprire le finestre della camera con il letto ancora da rifare. Tutte le mattine, per almeno 30 minuti. È una aerazione costante che permette una riduzione degli eventuali acari. Inoltre, è consigliabile non posizionare il materasso vicino a termosifoni o a stufe. Va detto che non tutti i materassi richiedono una pulizia regolare, dipende da materiali che lo compongono.

L'indicazione generale è quella di effettuare la pulizia 1 volta al mese. Se non è possibile, non oltre ogni 6 mesi. Si possono usare aspirapolvere o spazzola per una veloce pulizia superficiale. Il passaggio successivo è il ricorso all'aceto aggregato al limone oppure al bicarbonato di sodio. Quest'ultimo è sicuramente il più usato. La quantità di un bicchiere va sparsa sul materasso e lasciata ad agire per qualche ora fino a un giorno intero. Il bicarbonato va poi aspirato ed eliminato. L'operazione va condotta su entrambe le parti del materasso. La frequenza di 1 volta a mese andrebbe rispettata soprattutto dalle persone più vulnerabili, quelle più facili a manifestazioni allergiche.

Ancora più efficace il passaggio di un pulitore a vapore che, impostato ad alte temperature, contribuisce a una igienizzazione profonda, eliminando acari e germi. Non va tuttavia lasciata traccia di umidità e si deve permettere al materasso di asciugarsi. Al cambio delle lenzuola - 1 volta a settimana - è utile l'aerazione del materasso privo della copertura.

Un ultimo consiglio: rovesciare il materasso ogni 6 mesi per un'usura bilanciata su ambo i lati. E non dimenticarsi mai di pulire anche sotto il letto e le doghe.


Carla De Meo





Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube