Canesten Unidie

10 aprile 2020

Canesten Unidie




Canesten Unidie è un farmaco a base di bifonazolo, appartenente al gruppo terapeutico Antimicotici. E' commercializzato in Italia da Bayer S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Canesten Unidie (bifonazolo) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Canesten Unidie (bifonazolo) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Canesten Unidie (bifonazolo) e perchè si usa


Trattamento delle dermatomicosi sostenute da dermatofiti, da saccaromiceti, da altri funghi patogeni: micosi del piede e della mano, micosi del tronco ( tinea corporis), micosi delle pieghe cutanee ( tinea inguinalis), onicomicosi, pityriasis versicolor, candidosi superficiali.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Canesten Unidie (bifonazolo)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.



Canesten Unidie (bifonazolo) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

I dati preclinici di sicurezza ed i dati di farmacocinetica sull'uomo, non danno nessuna indicazione sugli effetti per la madre ed il bambino quando si utilizza il bifonazolo durante la gravidanza (vedere paragrafo 5.3).

È meglio evitare l'uso di bifonazolo durante il primo trimestre di gravidanza.

Allattamento

L'escrezione nel latte è stata studiata negli animali. I dati di farmacodinamica/tossicologia disponibili negli animali hanno dimostrato che bifonazolo e i suoi metaboliti passano nel latte materno (vedere paragrafo 5.3).

Non è noto se il bifonazolo sia escreto nel latte umano.

L'allattamento va interrotto durante il trattamento con bifonazolo.

Fertilità

Gli studi preclinici non hanno evidenziato compromissione della fertilità maschile o femminile (vedere paragrafo 5.3)



Quali sono gli effetti collaterali di Canesten Unidie (bifonazolo)


Le seguenti reazioni avverse derivano da segnalazioni spontanee post-marketing e non è possibile definirne la frequenza.

Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione

Dolore in sede di somministrazione, edema periferico (in sede di

somministrazione).

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Dermatiti da contatto, dermatiti allergiche, eritema, prurito, eruzione cutanea,

orticaria, vesciche, esfoliazione della cute, eczema, cute secca, irritazione della cute, macerazione della cute, sensazione di bruciore.

Questi effetti indesiderati sono reversibili dopo sospensione del trattamento.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube