Piede d'atleta

16 aprile 2021

Piede d'atleta: cause, sintomi e cure


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

Indice


Definizione


Piede d'atleta: definizione e generalità


Il piede d'atleta è un'infezione fungina del piede provocata da microrganismi appartenenti alla classe dei dermatofiti, funghi specializzati che colpiscono la pelle e gli annessi cutanei (capelli, peli, unghie) senza penetrare in profondità.

Cause


Piede d'atleta: cause principali


Il contagio può avvenire direttamente da persona a persona o attraverso una superficie infetta. Il piede di atleta (tinea pedis) si sviluppa più frequentemente durante la stagione estiva, per la maggiore sudorazione, che favorisce la macerazione e quindi l'attecchimento dei miceti (funghi), soprattutto dopo un prolungato contatto dei piedi con superfici calde e umide, come i pavimenti delle docce o quelle degli spogliatoi, oppure indossando per lungo tempo calzini sudati.

Sintomi

Piede d'atleta: sintomi più comuni


Il piede di atleta si manifesta con bruciore, prurito, desquamazione, infiammazione e sviluppo di minuscole piaghe tra le dita o sulla pianta dei piedi. A volte sono coinvolte anche le unghie dei piedi.

Diagnosi

Piede d'atleta: come efftuare la diagnosi


La diagnosi del piede di atleta si basa sui sintomi e sull'esame obbiettivo della zona interessata. L'osservazione al microscopio di piccole quantità di cute e l'esame colturale permettono di identificare il microrganismo responsabile e stabilire la sua sensibilità ai farmaci.

Cure

Piede d'atleta: cure e rimedi


Per la cura del piede di atleta si possono applicare sulla zona colpita creme a base di sostanze antifungine (come miconazolo, clotrimazolo, econazolo o sulconazolo). Se la cute si apre o spurga, può essere utile applicare una soluzione di alluminio antisettica e astringente. Se l'infezione causa consistenti arrossamenti e gonfiori, può essere adatta una combinazione farmacologia a base di antifungini e corticosteroidi.

Cure complementari

Aloe vera e calendula hanno effetto calmante e favoriscono la guarigione della pelle. L'unghia di gatto migliora la funzionalità del sistema immunitario e possiede proprietà antifungine. Echinacea e avena sono ottimi antibatterici e antifungini e hanno un effetto calmante sulla cute. Consigliate anche omeopatia e aromaterapia.

Alimentazione

Lo zucchero favorisce la proliferazione dei funghi. Limitare quindi l'uso di zucchero, evitare i dolci industriali e limitare il consumo di frutta finché la malattia non è guarita. La dieta deve essere ricca di verdura.

Farmaci

Di seguito è riportato l'elenco dei principi attivi maggiormente utilizzati nella cura di questa patologia. E' sempre necessario consultare il proprio medico per la scelta di un farmaco, del principio attivo e della posologia più indicati per il paziente.

Tags:

Patologie e sintomi:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa