Fitostimoline

27 novembre 2020

Fitostimoline



Fitostimoline: a cosa serve , come si usa, controindicazioni. Confezioni e formulazioni di Fitostimoline disponibili in commercio.


Fitostimoline è un farmaco a base di estratto acquoso di Triticum vulgare, appartenente al gruppo terapeutico Cicatrizzanti. E' commercializzato in Italia da Farmaceutici Damor S.p.A. (Unipersonale)



Confezioni e formulazioni di Fitostimoline (estratto acquoso di Triticum vulgare) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Fitostimoline (estratto acquoso di Triticum vulgare) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Fitostimoline (estratto acquoso di Triticum vulgare) e perchè si usa


FITOSTIMOLINE® 600 mg Ovuli e FITOSTIMOLINE® 20 % Crema vaginale: affezioni flogistiche e distrofiche di qualsiasi natura dei genitali femminili.

FITOSTIMOLINE® 4 % Soluzione vaginale: affezioni flogistiche e distrofiche di qualsiasi natura dei genitali femminili. Profilassi pre e postoperatoria della chirurgia ginecologica.



Come usare Fitostimoline (estratto acquoso di Triticum vulgare): posologia, dosi e modo d'uso


FITOSTIMOLINE® 600 mg Ovuli: 1 ovulo alla sera o secondo prescrizione medica.

- Modalità di applicazione:

Introdurre l'ovulo profondamente in vagina.

FITOSTIMOLINE® 20 % Crema vaginale: 1-2 applicazioni al giorno o secondo il parere del medico.

- Modalità di applicazione:

1) Perforare la prima volta il tubo di crema, utilizzando il perforatore contenuto nella parte superiore del tappo di chiusura.

2) Avvitare un applicatore vaginale.

3) Premere il tubo di crema fino al riempimento totale dell'applicatore.

4) Svitare l'applicatore dal tubo, introdurlo in vagina e premere lo stantuffo fino al termine della sua corsa.

5) Ogni applicatore va utilizzato una sola volta.

FITOSTIMOLINE® 4 % Soluzione vaginale: 1-2 irrigazioni vaginali al giorno o secondo il parere del medico.

- Modalità di applicazione:

1) Tenere il flacone per l'anello di chiusura e piegare il cappuccio sino a rottura del sigillo di sicurezza.

2) Estrarre la cannula sino al suo arresto in modo da avvertire lo scatto del giusto posizionamento.

Attenzione: solo una corretta estrazione della cannula permette una completa fuoriuscita del liquido.

3) Introdurre delicatamente la cannula in vagina, orientandola con l'angolazione desiderata.

4) Premere lentamente le pareti del flacone in modo da permetterne il completo svuotamento.

L'irrigazione va eseguita preferibilmente in posizione distesa, trattenendo il liquido in vagina per alcuni minuti.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Fitostimoline (estratto acquoso di Triticum vulgare)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.



Fitostimoline (estratto acquoso di Triticum vulgare) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


FITOSTIMOLINE® 600 mg Ovuli, FITOSTIMOLINE® 20 % Crema vaginale e FITOSTIMOLINE® 4 % Soluzione vaginale possono essere impiegati senza inconvenienti in corso di gravidanza e di allattamento.



Quali sono gli effetti collaterali di Fitostimoline (estratto acquoso di Triticum vulgare)


Non si segnalano manifestazioni cliniche collaterali né effetti secondari indesiderati.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa