Intrafer os 10 flaconcini 5 ml 100 mg

02 aprile 2020

Farmaci - Intrafer

Intrafer os 10 flaconcini 5 ml 100 mg




Intrafer è un farmaco a base di ferromaltoso, appartenente al gruppo terapeutico Antianemici. E' commercializzato in Italia da Pharmaday Pharmaceutical S.r.l. Unipersonale.


INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


TITOLARE AIC:

Pharmaday Pharmaceutical S.r.l. Unipersonale

MARCHIO

Intrafer

CONFEZIONE

os 10 flaconcini 5 ml 100 mg

FORMA FARMACEUTICA
soluzione

ALTRE CONFEZIONI DI INTRAFER DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
ferromaltoso

GRUPPO TERAPEUTICO
Antianemici

CLASSE
C

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

PREZZO
10,10 €


FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (PDF)


SCARICA IL PDF DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (AIFA)

Foglietto illustrativo Intrafer (ferromaltoso)

N.B. Alcuni PDF potrebbero non essere disponibili


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve Intrafer (ferromaltoso)? Perchè si usa?


Terapia degli stati latenti o manifesti da carenza di ferro. In particolare: anemie da carenza di ferro o aumentata necessità di ferro, soprattutto in gravidanza e allattamento, nei prematuri, nei lattanti, nei bambini piccoli e dopo emorragie.


CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato Intrafer (ferromaltoso)


Ipersensibilità accertata verso il prodotto. Emosiderosi, emocromatosi. Anemie aplastiche, emolitiche, sideroacrestiche. Pancreatite cronica. Cirrosi epatica.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO


Cosa serve sapere prima di prendere Intrafer (ferromaltoso)


Un'eventuale colorazione scura delle feci è priva di significato clinico.


INTERAZIONI


Quali farmaci, principi attivi o alimenti possono interagire con l'effetto di Intrafer (ferromaltoso)


I derivati del ferro possono ridurre l'assorbimento delle tetracicline, la cui somministrazione contemporanea dovrà essere pertanto evitata.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa Intrafer (ferromaltoso)? Dosi e modo d'uso


(Se non diversamente prescritto dal medico)

1 flaconcino al giorno, prima, durante o dopo i pasti

Dopo aver raggiunto i parametri normali (Hb, Ht, Eritrociti) la terapia dovrebbe essere continuata per consentire il ripristino dei depositi di ferro.


SOVRADOSAGGIO


Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Intrafer (ferromaltoso)


In caso di sovradosaggio con disturbi gastroenterici e collasso circolatorio, si provochi vomito e si pratichi la lavanda gastrica somministrando quindi bicarbonato e latte.


EFFETTI INDESIDERATI


Quali sono gli effetti collaterali di Intrafer (ferromaltoso)


Occasionalmente, particolarmente con dosaggi troppo elevati, possono verificarsi disturbi gastrointestinali quali sensazione di pienezza, tensione addominale, nausea, stitichezza e diarrea, che regrediscono con la sospensione del trattamento o la riduzione delle dosi.


GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO


E' possibile prendere Intrafer (ferromaltoso) durante la gravidanza e l'allattamento?


Il preparato trova elettiva indicazione nella carenza di ferro riscontrabile in queste particolari fasi della vita delle donne.


GUIDA DI VEICOLI E USO DI MACCHINARI


Effetti di Intrafer (ferromaltoso) sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari


Nessuno.


PRINCIPIO ATTIVO


Un flaconcino da 5 ml contiene:

principio attivo

complesso di ferro polimaltosato mg 357 pari a mg100 di Fe (III)

Per l'elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.


ECCIPIENTI


Un flaconcino da 5 ml contiene:

eccipienti : sorbitolo soluzione, saccarosio, essenza di limone, metil p-idrossibenzoato, propile p-idrossibenzoato, acqua depurata


SCADENZA E CONSERVAZIONE


Scadenza: 60 mesi

Nessuna


NATURA E CONTENUTO DEL CONTENITORE


Scatola da 10 flaconcini in vetro da 5 ml con capsula a strappo.


PATOLOGIE CORRELATE



Data ultimo aggiornamento scheda: 11/02/2019

Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube