Intrafer

19 aprile 2021

Intrafer


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Intrafer (ferromaltoso)


Intrafer è un farmaco a base di ferromaltoso, appartenente al gruppo terapeutico Antianemici. E' commercializzato in Italia da Pharmaday Pharmaceutical S.r.l. Unipersonale

Confezioni e formulazioni di Intrafer disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Intrafer disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Intrafer e perchè si usa


Terapia degli stati latenti o manifesti da carenza di ferro. In particolare: anemie da carenza di ferro o aumentata necessità di ferro, soprattutto in gravidanza e allattamento, nei prematuri, nei lattanti, nei bambini piccoli e dopo emorragie.

Indicazioni: come usare Intrafer, posologia, dosi e modo d'uso


Prematuri: 1 goccia (2,5 mg) per kg/die

Bambini fino ad 1 anno: iniziare con 6 gocce, aumentando fino a 20 gocce / die con somministrazione frazionata

Bambini da 1 a 12 anni: 20 gocce 1 o 2 volte al giorno (50-100 mg)

Ragazzi oltre i 12 anni: 20 gocce 2 volte al giorno (100 mg)

Adulti: 40 gocce 1 o 2 volte al giorno (100-200 mg), prima, durante o dopo i pasti

Dopo aver raggiunto i parametri normali (Hb, Ht, Eritrociti) la terapia dovrebbe essere continuata per consentire il ripristino dei depositi di ferro.

Istruzioni per l'apertura del flacone: per aprire il flacone premere sul tappo e svitare.

Per favorire l'uscita della prima goccia, porre il flacone in posizione verticale dopo la sua apertura, ed agitarlo verticalmente, fino all'inizio dell'erogazione.

INTRAFER® può essere mescolato con succhi di frutta o di verdura.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Intrafer


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Emosiderosi, emocromatosi. Anemie aplastiche, emolitiche, sideroacrestiche. Pancreatite cronica. Cirrosi epatica.

Intrafer può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Il preparato trova elettiva indicazione nella carenza di ferro riscontrabile in queste particolari fasi della vita delle donne.

Quali sono gli effetti indesiderati di Intrafer


Occasionalmente, particolarmente con dosaggi troppo elevati, possono verificarsi disturbi gastrointestinali quali sensazione di pienezza, tensione addominale, nausea, stitichezza e diarrea, che regrediscono con la sospensione del trattamento o la riduzione delle dosi.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa