Gutron

18 gennaio 2020

Gutron




Gutron è un farmaco a base di midodrina cloridrato, appartenente al gruppo terapeutico Simpaticomimetici. E' commercializzato in Italia da Istituto Luso Farmaco d'Italia S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Gutron (midodrina cloridrato) disponibili


Seleziona una delle seguenti confezioni di Gutron (midodrina cloridrato) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Gutron (midodrina cloridrato) e perchè si usa


Disregolazione ortostatica (simpaticotonica, asimpaticotonica) in diagnosi di:

  • sindrome ipotensivo-astenica; ipotensione essenziale; ipotensione ortostatica; stati ipotensivi post operatori, post-infettivi, post-partum; ipotensione su base climatica;
  • ipotensione conseguente a trattamento con psicofarmaci.



Come usare Gutron (midodrina cloridrato): posologia, dosi e modo d'uso


La posologia del Gutron deve essere stabilita individualmente in relazione alla diversa reattività del sistema nervoso autonomo e della situazione vasotonica del paziente.

Si consiglia di iniziare il trattamento con dosaggi proporzionali all'entità della sintomatologia, modificandoli successivamente in base alla risposta terapeutica.

Nelle forme di lieve e media entità, la posologia orientativa è di 10-20 gocce o 1/2-1 compressa fino a tre volte al dì. Le gocce possono essere assunte diluite in acqua, o su una zolletta di zucchero.

Negli stati ipotensivi più gravi e nella ipotensione conseguente a trattamento con psicofarmaci: 2,5-5 mg (1-2 cpr o 1 fiala) fino a tre volte al dì. La formulazione in fiale può essere somministrata per via intramuscolare, endovenosa lenta, eventualmente diluita nelle usuali soluzioni per infusione.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Gutron (midodrina cloridrato)


Ipertensione arteriosa, feocromocitoma, vasculopatie di natura obliterante e spastica, gravi coronaropatie, avanzata sclerosi vascolare, glaucoma ad angolo chiuso, ipertrofia prostatica con ritenzione di urina, ostacoli meccanici al deflusso urinario, tireotossicosi. Ipersensibilità individuale accertata verso il prodotto.



Gutron (midodrina cloridrato) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Il prodotto può essere impiegato in gravidanza solo in condizioni di assoluta ed accertata necessità.



Quali sono gli effetti collaterali di Gutron (midodrina cloridrato)


Possono manifestarsi in alcuni pazienti senso di capogiro o vertigini e formicolii al capo e al tronco. L'eventuale insorgenza di tali fenomeni, con la somministrazione orale, avviene dopo circa 1 o 2 ore dalla assunzione, e può persistere per circa 3-5 ore. Dosi eccessive di Gutron possono causare reazioni pilomotorie (pelle d'oca), specie al cuoio capelluto, sensazione di freddo, accresciuto stimolo alla minzione, cefalea, palpitazioni e talora bradicardie riflesse.



Gutron (midodrina cloridrato) è utilizzato per la cura delle seguenti patologie:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube