Indocollirio

26 maggio 2024

Indocollirio


Tags:


Cos'è Indocollirio (indometacina)


Indocollirio è un farmaco a base di indometacina, appartenente al gruppo terapeutico Analgesici FANS. E' commercializzato in Italia da Bausch & Lomb IOM S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Indocollirio disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Indocollirio disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Indocollirio e perchè si usa


Stati infiammatori eventualmente dolorosi, e non su base infettiva, a carico del segmento anteriore dell'occhio, in particolare per interventi di cataratta.

Indicazioni: come usare Indocollirio, posologia, dosi e modo d'uso


Posologia

Secondo prescrizione medica.

Modo di somministrazione

Solo per uso topico oftalmico.

Non iniettare negli occhi.

Instillare il collirio nel fornice congiuntivale inferiore dell'occhio, tirando la palpebra inferiore verso il basso e guardando verso l'alto.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Indocollirio


L'indometacina è controindicata nei seguenti casi:

Ipersensibilità al principio attivo, ad altri antinfiammatori non steroidei, all'aspirina o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
  • Ulcera peptica attiva.
  • Grave disfunzione epatocellulare.
  • Grave compromissione della funzionalità renale.
  • Pazienti con precedenti attacchi asmatici dovuti all'assunzione di altri antiinfiammatori non steroidei o di aspirina.
  • Bambini sotto i tre anni di età.
  • Nell'ultimo trimestre di gravidanza ed è generalmente controindicata durante l'allattamento (v. par. 4.6).

Indocollirio può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Tutti gli inibitori della sintesi delle prostaglandine possono rappresentare un rischio nel terzo trimestre di gravidanza. Nel corso del terzo trimestre di gravidanza, infatti, tutti gli inibitori della sintesi delle prostaglandine possono esporre il feto a tossicità cardio-polmonare (ipertensione polmonare con chiusura prematura del canale arterioso) e renale e possono prolungare il tempo di sanguinamento nella madre e nel bambino nella fase finale della gravidanza.

Conseguentemente, qualunque assunzione di FANS è assolutamente controindicata durante il terzo trimestre di gravidanza. La somministrazione di una soluzione oftalmica di indometacina è controindicata dal sesto mese di gravidanza (vedere paragrafo 4.3).

Allattamento

Non sono disponibili dati circa la sicurezza di impiego di indometacina durante l'allattamento nell'uomo. Alla luce del fatto che i FANS passano nel latte materno, la loro somministrazione a donne che allattano deve essere precauzionalmente evitata.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico



Farmaci e integratori:

...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Covid-19: l’impatto sulla funzione cognitiva
Malattie infettive
12 aprile 2024
Speciale Coronavirus
Covid-19: l’impatto sulla funzione cognitiva
Gonorrea: in aumento tra i giovani europei
Malattie infettive
28 marzo 2024
Notizie e aggiornamenti
Gonorrea: in aumento tra i giovani europei
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su YoutubeSeguici su Instagram
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa