Lantigen B

26 gennaio 2021

Lantigen B


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Lantigen B (vaccino pneumocatarrale per uso orale)


Lantigen B è un farmaco a base di vaccino pneumocatarrale per uso orale, appartenente al gruppo terapeutico Vaccini batterici. E' commercializzato in Italia da Bruschettini S.r.l.

Confezioni e formulazioni di Lantigen B disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Lantigen B disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Lantigen B e perchè si usa


Adulti:

Profilassi delle infezioni ricorrenti delle vie respiratorie (respiratory tract infections RTI) nell'adulto.

Bambini:

Profilassi delle infezioni ricorrenti delle vie aeree superiori (respiratory tract infections RTI) nei bambini dai 3 mesi di età.

Indicazioni: come usare Lantigen B, posologia, dosi e modo d'uso


Dosaggio per adulti e bambini di età superiore a 10 anni: una dose di Lantigen B per adulti si ottiene capovolgendo il flacone e premendo il dosatore fino ad ottenere una dose di 15 gocce sotto la lingua, due volte al giorno (mattino e sera).

Dosaggio per bambini di età superiore a 3 mesi e fino a 10 anni: la mezza dose, per i bambini, si ottiene premendo il dosatore fino ad ottenere una dose pari a 7-8 gocce, due volte al giorno (mattino e sera), o una dose (15 gocce) in unica somministrazione al mattino, preferibilmente a digiuno. (Via sublinguale).

Nei bambini molto piccoli è possibile somministrare Lantigen B durante il sonno, ponendo le gocce tra labbro e gengiva inferiori.

Importante: ogni dose deve essere tenuta in bocca per circa 2 minuti senza deglutire, così da permettere alla sospensione di disperdersi nel secreto salivare della mucosa orofaringea facilitando l'assorbimento del preparato.

Durata del trattamento: due flaconi (36 ml) nell'adulto e un flacone (18 ml) nel bambino, secondo le rispettive posologie.

Sospendere il trattamento per 2-3 settimane.

Effettuare quindi un trattamento di richiamo con un flacone nell'adulto e mezzo flacone nel bambino, secondo le rispettive posologie.

Allo scopo di raggiungere e mantenere una protezione sufficiente per l'intero periodo invernale, è necessario iniziare il ciclo terapeutico nel mese di Settembre e ripeterlo a partire dal mese di Gennaio.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Lantigen B


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Malattie autoimmuni.

Infezioni intestinali acute.

Lantigen B può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Non vi sono o vi è un numero limitato di dati riguardanti l'uso di Lantigen B in donne in gravidanza.

Come misura precauzionale, è da evitare l'uso di Lantigen B durante la gravidanza.

Allattamento

Per quanto riguarda l'allattamento al seno, non essendo stati eseguiti studi specifici e non essendoci dati disponibili, come misura precauzionale è da evitare l'uso del prodotto.

Quali sono gli effetti indesiderati di Lantigen B


Possibili effetti collaterali indesiderati si manifestano sotto forma di un temporaneo aumento dei sintomi (senso di costipazione, rinorrea) alle prime somministrazioni.

Frequenza: rari (meno di 1 su 1000, ma più di 1 su 10000 pazienti)

Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche:

senso di costipazione, rinorrea

Tali reazioni sono rare e, generalmente, di lieve entità.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo https://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa