Levodopa + Carbidopa Hexal

17 settembre 2021

Levodopa + Carbidopa Hexal




Cos'è Levodopa + Carbidopa Hexal (levodopa + carbidopa)


Levodopa + Carbidopa Hexal è un farmaco a base di levodopa + carbidopa, appartenente al gruppo terapeutico Antiparkinson dopaminergici. E' commercializzato in Italia da Sandoz S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Levodopa + Carbidopa Hexal disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Levodopa + Carbidopa Hexal disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Levodopa + Carbidopa Hexal e perchè si usa


Morbo di Parkinson idiopatico, particolarmente per abbreviare il periodo “off“ in pazienti trattati, in precedenza, con associazione di levodopa/inibitori delle decarbossilasi, a rilascio immediato o solo con levodopa e che hanno evidenziato fluttuazioni motorie.

Per i pazienti non trattati in precedenza con levodopa, l'esperienza con Levodopa/Carbidopa Hexal è limitata.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Levodopa + Carbidopa Hexal


La somministrazione di Levodopa/Carbidopa Hexal è controindicata:
  • nei pazienti con ipersensibilità alla levodopa, alla carbidopa o ad uno qualsiasi degli eccipienti;
  • nei pazienti con glaucoma ad angolo stretto;
  • grave insufficienza cardiaca;
  • grave aritmia cardiaca;
  • ictus in fase acuta.
La Levodopa/Carbidopa Hexal, non deve essere somministrata qualora esistano controindicazioni all'uso di simpaticomimetici.

È controindicata la somministrazione contemporanea di Levodopa/Carbidopa Hexal, con inibitori non selettivi della monoaminoossidasi (MAO) e di inibitori selettivi della monoaminoossidasi (MAO) di Tipo A. La somministrazione di questi inibitori deve essere interrotta almeno due settimane prima dell'inizio del trattamento con Levodopa/Carbidopa Hexal. Levodopa/Carbidopa Hexal può essere somministrato contemporaneamente alla dose raccomandata di un inibitore selettivo delle MAO di Tipo B (ad esempio, selegilina-HCl) – (vedere il paragrafo 4.5).

Levodopa + Carbidopa Hexal può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

I dati relativi all'utilizzo di Levodopa/Carbidopa durante la gravidanza non sono sufficienti. I risultati di studi effettuati sugli animali hanno evidenziato tossicità sulla riproduzione. (vedere il paragrafo 5.3). Il potenziale rischio per l'embrione ed il feto non è noto. La Levodopa/Carbidopa Hexal, non deve essere utilizzato in gravidanza. Una potenziale gravidanza deve essere evitata mediante il ricorso a metodi contraccettivi.

Allattamento

La levodopa è escreta, in quantità significative, nel latte materno. Le donne che fanno uso di Levodopa/Carbidopa Hexal, non devono allattare al seno.

Quali sono gli effetti indesiderati di Levodopa + Carbidopa Hexal


Nel corso di studi clinici controllati in pazienti con fluttuazioni motorie da moderate a gravi, la Levodopa/Carbidopa Hexal, non ha causato effetti collaterali riconducibili alla forma farmaceutica con rilascio del principio attivo prolungato.

Patologie del sistema emolinfopoietico:

Raro (≥ 1/10.000, < 1/1.000): Leucopenia, anemia emolitica e non emolitica, trombocitopenia.

Molto raro (<1/10.000): agranulocitosi.

Disturbi del metabolismo e della nutrizione:

Comune (≥ 1/100, < 1/10): Anoressia.

Non comune (≥ 1/1.000, < 1/100): perdita di peso, incremento del peso.

Disturbi psichiatrici:

Comune (≥ 1/100, < 1/10): Allucinazioni, confusione, vertigini, incubi, sonnolenza, affaticamento, insonnia, depressione con molto rari tentativi di suicidio, euforia, demenza, episodi psicotici, eccitabilità.

Raro (≥ 1/10.000, < 1/1.000): Agitazione, paura, ridotta capacità di concentrazione, disorientamento, cefalea, incremento della libido, intorpidimento e convulsioni.

Frequenza non nota: Disturbi del controllo degli impulsi

Gioco d'azzardo patologico, aumento della libido, ipersessualità, shopping compulsivo o spesa eccessiva, bulimia e impulso incontrollato ad alimentarsi, possono verificarsi in pazienti trattati con agonisti della dopamina e/o con altri trattamenti dopaminergici contenenti levodopa compreso Levodopa/Carbidopa Hexal, (vedere paragrafo 4.4).

Patologie del sistema nervoso:

Comune (≥ 1/100, < 1/10): Discinesia (una maggiore frequenza della discinesia è stata rilevata con Levodopa/Carbidopa Hexal, rispetto alla formulazione di Levodopa/Carbidopa a rilascio immediato), corea, distonia, alterazioni piramidali ed extrapiramidali, comparsa di episodi “on-off“.

Si può avere comparsa di bradicinesia (episodi “on-off“) molti mesi dopo l'inizio del trattamento con levodopa e ciò è, probabilmente, legato alla progressione della malattia. Può essere necessario regolare lo schema posologico e gli intervalli tra le dosi.

Non comune (≥ 1/1.000, < 1/100): Atassia, incremento del tremore alle mani.

Raro (≥ 1/10.000, < 1/1.000): sindrome neurolettica maligna, parestesie, cadute, difetti nella deambulazione, trisma.

La Levodopa/Carbidopa è associata a sonnolenza e, molto raramente, ad un'eccessiva sonnolenza diurna e ad improvvise crisi di sonno.

Patologie dell'occhio

Raro (≥ 1/10.000, < 1/1.000): visione annebbiata, blefarospasmo, attivazione della sindrome di Horner latente, diplopia, pupille dilatate e crisi oculogire.

Un blefarospasmo può rappresentare un segnale precoce di sovradosaggio.

Patologie cardiache

Comune (≥ 1/100, <1/10): Palpitazioni, battiti irregolari.

Patologie vascolari

Comune (≥ 1/100, <1/10): Ipotensione ortostatica, tendenza a svenimenti, sincope.

Non comune (≥ 1/1.000, < 1/100): Ipertensione.

Raro (≥ 1/10.000, < 1/1.000): Flebite.

Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche

Non comune (≥ 1/1.000, < 1/100): Raucedine, dolore toracico.

Raro (≥ 1/10.000, < 1/1.000): Dispnea, alterazioni del ritmo respiratorio.

Patologie gastrointestinali

Comune (≥ 1/100, <1/10): nausea, vomito, secchezza delle fauci, bocca amara.

Non comune (≥ 1/1.000, < 1/100): Stipsi, diarrea, scialorrea, disfagia, flatulenza.

Raro (≥ 1/10.000, < 1/1.000): Dispepsia, dolore gastrointestinale, saliva scura, bruxismo, singhiozzo, sanguinamento gastrointestinale, glossalgia, ulcera duodenale.

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Non comune (≥ 1/1.000, < 1/100): Edema

Raro (≥ 1/10.000, < 1/1.000): Angioedema, orticaria, prurito, arrossamento del viso, alopecia, esantema, iperidrosi, sudorazione scura, e porpora di Schonlein-Henoch.

Patologie del sistema muscoloscheletrico e del tessuto connettivo

Non comune (≥ 1/1.000, < 1/100): Spasmi muscolari.

Patologie renali e urinarie

Non comune (≥ 1/1.000, < 1/100): Urina scura

Raro (≥ 1/10.000, < 1/1.000): Ritenzione urinaria, incontinenza urinaria, priapismo.

Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione

Non comune (≥ 1/1.000, < 1/100): debolezza, malessere, arrossamento.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci e integratori:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Tenere attivo il cervello ritarda Alzheimer
Mente e cervello
13 settembre 2021
Notizie e aggiornamenti
Tenere attivo il cervello ritarda Alzheimer
Anziani, la demenza è causa di decesso?
Mente e cervello
04 settembre 2021
Notizie e aggiornamenti
Anziani, la demenza è causa di decesso?