Mantadan

22 ottobre 2020

Mantadan



Mantadan: a cosa serve , come si usa, controindicazioni. Confezioni e formulazioni di Mantadan disponibili in commercio.


Mantadan è un farmaco a base di amantadina cloridrato, appartenente al gruppo terapeutico Antiparkinson dopaminergici. E' commercializzato in Italia da Hikma Italia S.p.A.


Confezioni e formulazioni di Mantadan (amantadina cloridrato) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Mantadan (amantadina cloridrato) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Mantadan (amantadina cloridrato) e perchè si usa


Mantadan è indicato nel Morbo di Parkinson, parkinsonismi, bradipsichismi dell'età involutiva, anche su base arteriosclerotica, con o senza segni di interessamento extrapiramidale.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Mantadan (amantadina cloridrato)


Mantadan è controindicato nei seguenti casi:

  • ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti
  • gravidanza
  • insufficienza cardiaca scompensata grave (stadio NYHA IV)
  • cardiomiopatie e miocarditi
  • blocco atrioventricolare di grado II e III
  • preesistente bradicardia inferiore a 55 battiti/min
  • intervallo QT lungo (QTc secondo Bazett > 420 ms) noto oppure onde U apprezzabili oppure sindrome congenita del QT lungo nell'anamnesi familiare
  • storia di gravi aritmie ventricolari, compresa torsione di punta
  • terapia concomitante con budipina o con altri farmaci che determinano un prolungamento di QT (vedere paragrafo 4.5).
  • riduzione clinicamente rilevante dei livelli ematici di potassio e magnesio.
Mantadan non deve essere usato in concomitanza ad altri farmaci che prolungano l'intervallo QT (vedere anche paragrafo 4.5).



Mantadan (amantadina cloridrato) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Non sono disponibili dati relativi al passaggio attraverso la placenta. Vi sono esperienze insufficienti sulla somministrazione di amantadina a donne gravide. Negli studi condotti nell'animale, amantadina è risultata embriotossica e teratogena (vedere paragrafo 5.3).

Amantadina è controindicata durante la gravidanza e nelle donne che desiderano intraprendere una gravidanza.

Allattamento

Amantadina viene escreta nel latte materno. Le madri non dovrebbero assumere amantadina durante l'allattamento.

Qualora la somministrazione del medicinale durante l'allattamento sia assolutamente necessaria, il neonato dovrebbe essere tenuto sotto osservazione per i possibili effetti del medicinale: eruzioni della pelle, ritenzione urinaria (incapacità della vescica urinaria di svuotarsi completamente), vomito. Potrebbe essere opportuna la sospensione dell'allattamento al seno.

Fertilità

Non sono stati condotti studi per valutare gli effetti sulla fertilità nell'uomo.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa