Avipro Precise 1 fiala 5000 dosi

04 dicembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Avipro Precise

Avipro Precise 1 fiala 5000 dosi



TITOLARE:

Elanco GmbH

CONCESSIONARIO:

Elanco Italia S.p.A.

MARCHIO

Avipro Precise

CONFEZIONE

1 fiala 5000 dosi

FORMA FARMACEUTICA
fiale flaconcini fialoidi

ALTRE CONFEZIONI DI AVIPRO PRECISE DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
vaccino borsite infettiva aviaria (malattia di Gumboro) vivo

GRUPPO TERAPEUTICO
Vaccini

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

SCADENZA
21 mesi

PREZZO
13,52 €

INDICAZIONI

A cosa serve Avipro Precise 1 fiala 5000 dosi

per l'immunizzazione attiva dei polli contro la malattia di Gumboro (bursite infettiva). Il vaccino riduce i sintomi clinici della malattia di Gumboro e gravi lesioni bursali.Inizio dell'immunità: 14 giorni. La durata dell'immunità dimostrata tramite challenge è di 28 giorni, gli anticorpi possono durare fino a un max. di 15 settimane.

MODO D'USO

Come si usa Avipro Precise 1 fiala 5000 dosi

somministrare una dose (min. 103.0 EID50) ad ogni animale nell'acqua da bere a partire dal 7° giorno di età in poi. La determinazione della data di vaccinazione dipende da un numero di fattori, ivi compresi lo stato degli anticorpi materni, il tipo di soggetto, l'intensità dell'infezione, l'alloggiamento e le condizioni di allevamento.Gli anticorpi di derivazione materna (MDA) potenzialmente interferiscono con l'attecchimento dei vaccini vivi per la malattia di Gumboro. L'età ottimale per la vaccinazione dipende pertanto da entrambi, cioè dal livello di MDA contro la malattia di Gumboro all'interno della popolazione e dalla capacità immunogena del vaccino nonostante la presenza di MDA (“titolazione di sfondamento”). E' importante una elevata omogeneità dei livelli della popolazione di MDA per poter definire i tempi di somministrazione della vaccinazione e garantire la miglior immunogenicità del vaccino. Per prevedere l'età in cui gli MDA sono sufficientemente ridotti fino a consentire una vaccinazione efficace, si consiglia di testare i campioni di siero di almeno 24 pulcini su base sierologica ed applicare la "formula Deventer" per i vaccini intermedi. Per pulcini provenienti da riproduttori completamente vaccinati o infetti da virus in campo, ciò potrebbe richiedere 14 giorni o più. I soggetti sierologicamente negativi possono essere vaccinati a partire dal giorno 7 di vita. Potrebbe essere necessaria una ulteriore vaccinazione 7 giorni dopo la prima, in particolare nelle popolazioni in cui i livelli di anticorpi variano ampiamente tra i soggetti (vale a dire, CV maggiore del 30%), o se hanno origine da diversi allevamenti.
Broiler: senza anticorpi materni – dall'età di 7 giorni
con anticorpi materni – dall'età di 14 giorni
Ovaiole/riproduttrici: senza anticorpi materni – dall'età di 7 giorni
con anticorpi materni – dall'età di 3 - 4 settimane
Dosaggio e somministrazione: applicazione con acqua potabile:
Determinare il numero di dosi di vaccino e la quantità di acqua necessaria (vedi più avanti). Non dividere grosse fiale per vaccinare più di 1 casa o sistema di beveraggio, in quanto ciò potrebbe causare errori di miscelazione.
Assicurarsi che tutte le tubazioni, condotte, abbeveratoi etc. siano completamente puliti e liberi da qualsiasi traccia di disinfettanti, detergenti etc.
Assicurarsi che l'acqua d'abbeveraggio sia fredda, pulita e libera da detergenti e disinfettanti per garantire la stabilità del vaccino. Usare solo acqua rinnovata preferibilmente non clorata e libera da ioni di metallo. Si può aggiungere del latte scremato in polvere a basso contenuto di grasso (vale a dire < 1 % di grasso) all'acqua (2 – 4 grammi per litro) o del latte scremato (20 – 40 ml per ogni litro di acqua) per migliorare la qualità dell'acqua ed aumentare la stabilità del virus. Ciò si deve fare, tuttavia, 10 minuti prima della ricostituzione del vaccino.
Aprire sott'acqua l'ampolla contenente il vaccino e ricostituire completamente il contenuto. Si dovrebbe svuotare accuratamente l'ampolla e la sua parte superiore completamente sciacquandoli in acqua.
Attendere che l'acqua si sia consumata in modo che i livelli negli abbeveratoi siano al minimo prima di applicare il vaccino. Tutte le tubazioni devono essere svuotate dell'acqua semplice in modo che gli abbeveratoi contengano soltanto l'acqua contenente il vaccino. Se vi fosse ancora dell'acqua, drenare le tubazioni prima di applicare il vaccino.
Somministrare il vaccino entro (max.) 2 ore, assicurandosi che tutti i soggetti bevano durante questo tempo. Le abitudini dei soggetti nel bere variano, per cui potrebbe eventualmente essere necessario togliere l'acqua in alcuni posti prima della vaccinazione in modo da garantire che tutti i soggetti bevano durante il periodo della vaccinazione.
L'obiettivo è quello di dare ad ogni soggetto una dose di vaccino.
Il caso ideale sarebbe che il vaccino venga somministrato nella quantità di acqua consumata dai soggetti in max. 2 ore. Come regola generale, aggiungere il vaccino ricostituito all'acqua fredda e fresca con un rapporto di 1.000 dosi di vaccino per 1 litro di acqua per ogni giorno di età per 1.000 polli, per es. sarebbero necessari 10 litri per 1.000 polli di 10 giorni di età. In ambienti con temperature molto elevate o nel caso di razze pesanti, potrebbe essere necessario aumentare questa quantità fino a un massimo di 40 litri ogni 1000 soggetti. In caso di dubbio, misurare il consumo dell'acqua un giorno prima di somministrare il vaccino.
Somministrare immediatamente il vaccino ricostituito ai soggetti. Assicurarsi che i soggetti non possano accedere ad acqua non trattata durante la vaccinazione.
Il vaccino ricostituito deve essere protetto dalla luce solare diretta e dalle temperature superiori a 25°C
Il contenuto dei flaconi aperti deve essere usato tutto in una volta.
Si deve preparare solo la quantità di vaccino che può essere somministrata entro 2 ore.

AVVERTENZE

il vaccino potrebbe diffondersi ai polli non vaccinati poiché viene eliminato nelle feci per almeno 9 giorni. Evitare la diffusione del virus vaccinale alle galline in ovodeposizione. Per ridurre l'esposizione all'infezione prima che abbia inizio l'immunità, le lettiere devono essere rimosse e gli alloggiamenti dei polli puliti tra i cicli di allevamento. Assicurarsi che l'acqua potabile sia fredda, pulita e libera da detergenti e disinfettanti per garantire la stabilità del vaccino.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
A spasso con il cane: giocare con la palla
20 settembre 2020
Notizie e aggiornamenti
A spasso con il cane: giocare con la palla
Il cucciolo non è un giocattolo
25 dicembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Il cucciolo non è un giocattolo
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa