Fevaxyn Pentofel sottoc. 10 siringhe precaricate monodose

03 dicembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Fevaxyn Pentofel

Fevaxyn Pentofel sottoc. 10 siringhe precaricate monodose



TITOLARE:

Zoetis Belgium SA

CONCESSIONARIO:

Zoetis Italia S.r.l.

MARCHIO

Fevaxyn Pentofel

CONFEZIONE

sottoc. 10 siringhe precaricate monodose

FORMA FARMACEUTICA
fiala iniettabile

PRINCIPIO ATTIVO
vaccino calicivirosi felina inatt.+vaccino Chlamydia felina inatt.+vaccino leucosi felina inattivato + vaccino panleucopenia felina inatt.+vaccino rinotracheite felina inatt.

GRUPPO TERAPEUTICO
Vaccini

RICETTA
ricetta medica in copia unica non ripetibile

PREZZO
239,09 €

INDICAZIONI

A cosa serve Fevaxyn Pentofel sottoc. 10 siringhe precaricate monodose

per l'immunizzazione attiva di gatti sani di 9 settimane di età ed oltre nei confronti dei virus della panleucopenia felina e della leucemia felina e nei confronti delle malattie respiratorie causate dal virus della rinotracheite felina, dal calicivirus felino e dalla Chlamydophila felis.

MODO D'USO

Come si usa Fevaxyn Pentofel sottoc. 10 siringhe precaricate monodose

1 ml. Via sottocutanea. Vaccinazione primaria di gatti di 9 settimane di età ed oltre: due dosi a distanza di 3-4 settimane. Si consiglia la somministrazione di una dose aggiuntiva ai gatti che vivono in territori ad elevato rischio di virus della leucemia felina (FeLV) ed ai quali la prima dose di vaccino è stata somministrata prima della dodicesima settimana di età. Rivaccinazione: una vaccinazione annuale. Il contenuto della siringa monodose preriempita deve essere ben agitato e somministrato asetticamente per via sottocutanea. Al momento della somministrazione del prodotto prestare attenzione, prima dell'uso, ad inserire sulla siringa l'ago sterile incluso in modo asettico.

AVVERTENZE

la vaccinazione non interferisce con il decorso dell'infezione da FeLV nei gatti già infetti al momento della vaccinazione, per cui tali gatti elimineranno il FeLV nonostante la vaccinazione; di conseguenza, tali animali rappresenteranno un rischio per i gatti sensibili presenti nel loro stesso ambiente. Pertanto si raccomanda che i gatti per i quali esiste un rischio significativo di precedente esposizione al FeLV siano sottoposti alla ricerca dell'antigene del FeLV prima di essere vaccinati. Gli animali che risulteranno negativi al test potranno essere vaccinati, mentre quelli che risulteranno positivi dovranno essere isolati daglialtri gatti e sottoposti nuovamente al test entro1-2 mesi. I gatti che risulteranno positivi al secondo test dovranno essere considerati permanentemente infetti da FeLV e trattati di conseguenza. I gatti che risulteranno negativi al secondo test potranno essere vaccinati dal momento che, con ogni probabilità, essi avranno superato l'infezione da FeLV.
Precauzioni speciali per l'impiego neglianimali: in caso di reazione anafilattoide, somministrare adrenalina per via intramuscolare. La vaccinazione di gatti FeLV positivi non è di nessun beneficio.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
A spasso con il cane: giocare con la palla
20 settembre 2020
Notizie e aggiornamenti
A spasso con il cane: giocare con la palla
Il cucciolo non è un giocattolo
25 dicembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Il cucciolo non è un giocattolo
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa