Nobilis Ae+Pox 1 flacone da 1000 dosi

20 gennaio 2020

Prodotti veterinari - Scheda Nobilis Ae+Pox

Nobilis Ae+Pox 1 flacone da 1000 dosi




TITOLARE:

Intervet International B.V.

CONCESSIONARIO:

MSD Animal Health S.r.l.

MARCHIO

Nobilis Ae+Pox

CONFEZIONE

1 flacone da 1000 dosi

FORMA FARMACEUTICA
flaconi iniettabili

PRINCIPIO ATTIVO
vaccino diftero-vaiolo aviare vl + vaccino encefalomielite infettiva aviare vivo

GRUPPO TERAPEUTICO
Vaccini

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
26,00 €

INDICAZIONI

A cosa serve Nobilis Ae+Pox 1 flacone da 1000 dosi

Vaccinazione delle pollastre e tacchinotte future riproduttrici e delle pollastre future ovaiole contro l'Encefalomielite ed il Vaiolo Aviare per ridurre la mortalità, i segni clinici (tra cui il calo di deposizione) e le lesioni di tali malattie. La progenie degli animali vaccinati è protetta contro l'Encefalomielite, grazie all'immunità materna. Insorgenza dell'immunità: 3 settimane dopo la vaccinazione. Durata dell'immunità: un intero ciclo di ovodeposizione. La progenie delle riproduttrici vaccinate è protetta contro l'Encefalomielite per le prime settimane di vita.

MODO D'USO

Come si usa Nobilis Ae+Pox 1 flacone da 1000 dosi

Le pollastre vanno vaccinate a 8-16 settimane di età, le tacchinotte a 18-26 settimane di età. Somministrare almeno 102,5 EID50 di virus dell'Encefalomielite Aviare ed almeno 102,8 EID50 di virus del Vaiolo Aviare per animale mediante il metodo della puntura alare. Subito prima dell'uso, ricostituire un flacone di vaccino con il contenuto di un flacone di diluente. Immergere l'apposita forchetta nel vaccino diluito, quindi trafiggere immediatamente la faccia inferiore della membrana alare, evitando le zone con piume. Dopo circa 7-10 giorni dalla vaccinazione, verificare se la vaccinazione abbia attecchito constatando la presenza di gonfiore della cute e di una crosta nel punto di vaccinazione che, in genere, cade 2-3 settimane dopo la vaccinazione.



Data ultimo aggiornamento scheda: 17/01/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico






Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube