Siccafluid

09 agosto 2020

Siccafluid




Siccafluid è un farmaco a base di carbomer, appartenente al gruppo terapeutico Decongestionanti, lubrificanti oculari. E' commercializzato in Italia da Thea Farma S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Siccafluid (carbomer) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Siccafluid (carbomer) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Siccafluid (carbomer) e perchè si usa


Trattamento sintomatico della sindrome dell'occhio secco.



Come usare Siccafluid (carbomer): posologia, dosi e modo d'uso


Uso Oftalmico

Ciascun contenitore monodose contiene sufficiente quantità di gel oftalmico per trattare i due occhi.

ADULTI (anziani inclusi)

Instillare una goccia di gel nella sacca congiuntivale inferiore, 1-4 volte al giorno ad intervalli regolari, in funzione del grado dei disturbi oculari.

Bambini e adolescenti fino ai 18 anni:

La sicurezza e l'efficacia di SICCAFLUID 2,5 mg/g gel oftalmico in contenitore monodose nei bambini e negli adolescenti alla posologia raccomandata per gli adulti sono state stabilite dall'esperienza clinica, ma non sono disponibili dati ottenuti da studi clinici.

Evitare di toccare l'occhio e le palpebre con l'estremità del flacone.

Eliminare il contenitore monodose dopo l'uso.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Siccafluid (carbomer)


Ipersensibilità verso uno dei componenti del prodotto.



Siccafluid (carbomer) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


SICCAFLUID 2,5 mg/g, Gel Oftalmico in contenitore monodose non è stato studiato durante la gravidanza e l'allattamento.

Prescrivere con cautela a donne durante la gravidanza e l'allattamento.



Quali sono gli effetti collaterali di Siccafluid (carbomer)


  • Come per gli altri colliri, possibilità di un leggero e momentaneo prurito o bruciore dopo l'instillazione.
  • Un breve disturbo visivo può verificarsi in seguito all'instillazione prima che il gel si distribuisca uniformemente sulla superficie dell'occhio.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube