Stilla Decongestionante

16 ottobre 2021

Stilla Decongestionante




Cos'è Stilla Decongestionante (tetrizolina cloridrato)


Stilla Decongestionante è un farmaco a base di tetrizolina cloridrato, appartenente al gruppo terapeutico Decongestionanti. E' commercializzato in Italia da Aziende Chimiche Riunite Angelini Francesco A.C.R.A.F S.p.A. - Sede Legale

Confezioni e formulazioni di Stilla Decongestionante disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Stilla Decongestionante disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Stilla Decongestionante e perchè si usa


Irritazione, bruciore, arrossamento, prurito dell'occhio dovuto a cause allergiche o fisiche (eccessiva esposizione ai raggi solari o al riverbero delle nevi o ai fari abbaglianti nei viaggi notturni in auto o alla polvere negli ambienti di lavoro, ecc.).

Indicazioni: come usare Stilla Decongestionante, posologia, dosi e modo d'uso


Instillare 1 o 2 gocce per occhio, 2-3 volte al giorno. Il prodotto non deve essere impiegato per più di 4 giorni consecutivi. Non superare le dosi consigliate. Nei bambini al di sotto dei 12 anni (e al di sopra dei 3 anni di età) utilizzare il medicinale solo dietro consiglio del medico.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Stilla Decongestionante


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.o verso altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico. Non deve essere usato nei soggetti con glaucoma o con altre gravi malattie dell'occhio e nei bambini sotto i tre anni di età.

Stilla Decongestionante può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


In gravidanza, allattamento e nei bambini usare solo in caso di effettiva necessità, dopo aver consultato il medico.

Quali sono gli effetti indesiderati di Stilla Decongestionante


L'uso del prodotto può determinare talvolta dilatazione pupillare, aumento della pressione endoculare, nausea, cefalea. Raramente possono manifestarsi fenomeni di ipersensibilità. Solo con dosi molto elevate possono verificarsi ipertensione, disturbi cardiaci o iperglicemia. In questi casi occorre interrompere il trattamento e consultare il medico affinchè, ove necessario, possa essere istituita una terapia idonea.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci e integratori:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Covid-19 e scuola, meno infezioni con obbligo di mascherina
Malattie infettive
12 ottobre 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19 e scuola, meno infezioni con obbligo di mascherina
Long Covid per più tempo in chi ha più sintomi
Malattie infettive
11 ottobre 2021
Speciale Coronavirus
Long Covid per più tempo in chi ha più sintomi
Covid-19, Gabutti (Siti): vaccino è l'arma di prevenzione più efficace
Malattie infettive
08 ottobre 2021
Speciale Coronavirus
Covid-19, Gabutti (Siti): vaccino è l'arma di prevenzione più efficace