Technescan Mag3 Drn4334

25 ottobre 2020

Technescan Mag3 Drn4334



Technescan Mag3 Drn4334: a cosa serve , come si usa, controindicazioni. Confezioni e formulazioni di Technescan Mag3 Drn4334 disponibili in commercio.


Technescan Mag3 Drn4334 è un farmaco a base di tecnezio 99m TC mertiatide, appartenente al gruppo terapeutico Radiofarmaceutici diagnostici. E' commercializzato in Italia da Mallinckrodt Radiopharmaceuticals Italia S.p.A.


Confezioni e formulazioni di Technescan Mag3 Drn4334 (tecnezio 99m TC mertiatide) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Technescan Mag3 Drn4334 (tecnezio 99m TC mertiatide) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Technescan Mag3 Drn4334 (tecnezio 99m TC mertiatide) e perchè si usa


Medicinale solo per uso diagnostico.

Dopo radiomarcatura con soluzione iniettabile di sodio pertecnetato (99mTc), è indicato per lo studio di alterazioni in campo nefrologico e urologico.



Come usare Technescan Mag3 Drn4334 (tecnezio 99m TC mertiatide): posologia, dosi e modo d'uso


Posologia

Il contenuto di un flaconcino, radiomarcato con 37-740 MBq (1-20 mCi) da somministrare per via endovenosa per esame scintigrafico di alterazioni in campo nefrologico e urologico.

Gli studi di flusso ematico renale o di trasporto attraverso gli ureteri richiedono generalmente dosi più elevate rispetto a studi di trasporto intrarenale. La renografia richiede dosi minori rispetto alla scintigrafia sequenziale.

Modo di somministrazione

Il medicinale deve essere ricostituito prima della somministrazione al paziente.

Per le istruzioni sulla ricostituzione del medicinale prima della somministrazione, vedere paragrafo 12.

Per la preparazione del paziente, vedere paragrafo 4.4.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Technescan Mag3 Drn4334 (tecnezio 99m TC mertiatide)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti o a uno dei componenti del radiofarmaco marcato.

Gravidanza e allattamento.



Technescan Mag3 Drn4334 (tecnezio 99m TC mertiatide) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Donne in età fertile

Quando è necessario somministrare medicinali radioattivi a donne potenzialmente fertili, si devono sempre assumere informazioni su una possibile gravidanza. Ove non sia provato il contrario, qualsiasi donna che abbia saltato un ciclo mestruale deve essere considerata in stato di gravidanza.

In caso di dubbi riguardo ad una possibile gravidanza (se la donna ha saltato un ciclo mestruale, se il ciclo mestruale è molto irregolare, ecc.), devono essere proposte alla paziente tecniche alternative che non utilizzino radiazioni ionizzanti (se disponibili).

Qualora si ritenga indispensabile l'esame in una donna in età fertile, questo dovrà essere effettuato entro i 10 giorni successivi all'inizio della mestruazione.

La possibilità di una gravidanza in corso deve essere esclusa con i metodi abituali prima della somministrazione del farmaco.

Dopo l'esecuzione del test le donne in età fertile dovranno attendere per un eventuale concepimento fino a che l'attività ritenuta nell'organismo non si sia ridotta, a giudizio del medico esperto, ad un livello senza effetti biologici sul feto.

Gravidanza

L'uso di Tecnezio (99mTc) tiatide è controindicato in gravidanza (vedere paragrafo 4.3)

Allattamento

L'uso di Tecnezio (99mTc) tiatide è controindicato durante l'allattamento (vedere paragrafo 4.3)

Un' eventuale ripresa dell'allattamento può essere considerata solo dopo che l'attività ritenuta nell'organismo della mamma non si sia ridotta, a giudizio del medico esperto, ad un livello senza effetti biologici sul bambino.



Quali sono gli effetti collaterali di Technescan Mag3 Drn4334 (tecnezio 99m TC mertiatide)


Sono stati riportati alcuni casi di reazioni anafilattoidi.

Sebbene questa sia un'evenienza molto rara, durante l'esame dovrebbero essere a disposizione, per uso immediato, adrenalina, corticosteroidi ed antistaminici.

L'esposizione alle radiazioni ionizzanti è correlata all'induzione di tumori ed alla potenziale insorgenza di difetti ereditari.

Ci si aspetta che queste reazioni avverse si verifichino con bassa frequenza, essendo bassa la dose utilizzata nelle indagini diagnostiche eseguite in medicina nucleare.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa