Tobramicina B. Braun

22 gennaio 2021

Tobramicina B. Braun


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Tobramicina B. Braun (tobramicina solfato)


Tobramicina B. Braun è un farmaco a base di tobramicina solfato, appartenente al gruppo terapeutico Antibatterici aminoglicosidici. E' commercializzato in Italia da B. Braun Milano S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Tobramicina B. Braun disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Tobramicina B. Braun disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Tobramicina B. Braun e perchè si usa


Per il trattamento delle infezioni gravi dovute a batteri sensibili alla tobramicina (vedere paragrafo 5.1) quando gli agenti antimicrobici meno tossici non sono efficaci. In queste circostanze, Tobramicina B. Braun 1 mg/ml soluzione per infusione o Tobramicina B. Braun 3 mg/ml soluzione per infusione può essere usata per:
  • Infezioni nosocomiali del tratto respiratorio inferiore, compresa polmonite grave.
  • Esacerbazione delle infezioni del tratto respiratorio inferiore nei pazienti con fibrosi cistica.
  • Infezioni delle vie urinarie complicate e ricorrenti.
  • Infezioni intraaddominali.
  • Infezioni cutanee e dei tessuti molli, comprese ustioni gravi.
Tobramicina B. Braun 1 mg/ml soluzione per infusione o Tobramicina B. Braun 3 mg/ml soluzione per infusione viene di solito usata in associazione, prevalentemente con antibiotici beta-lattamici o con antibiotici efficaci contro i batteri anaerobi, specie nelle infezioni a rischio di vita dovute a batteri sconosciuti, nelle infezioni miste anaerobiche/aerobiche, nelle infezioni sistemiche da pseudomonas e nei pazienti immunocompromessi a bassa resistenza, prevalentemente neutropenici.

È necessario fare riferimento alle linee guida ufficiali sull'uso appropriato degli antibiotici.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Tobramicina B. Braun


  • Ipersensibilità al principio attivo o ad altri aminoglicosidi o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
  • Miastenia grave.

Tobramicina B. Braun può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

La Tobramicina attraversa la placenta. Non sono disponibili dati adeguati sull'utilizzo della tobramicina nelle donne in gravidanza. Gli studi nell'animale non indicano un effetto teratogeno della tobramicina (vedere paragrafo 5.3). Tuttavia, gli aminoglicosidi possono causare danno fetale (per es. sordità congenita e nefrotossicità) quando si raggiungono alte concentrazioni sistemiche nelle donne in gravidanza. Quindi, a causa del rischio potenziale per il feto, la tobramicina non deve essere usata in gravidanza, a meno che i benefici per la madre siano superiori ai rischi potenziali per il feto. In caso di esposizione al farmaco durante il periodo della gravidanza, si consiglia di eseguire controlli sulla funzione uditiva e renale del neonato.

Allattamento

La tobramicina viene escreta in piccole quantità nel latte materno. A causa del potenziale rischio di ototossicità e nefrotossicità della tobramicina nei lattanti, è necessario considerare attentamente se interrompere l'allattamento o interrompere/sospendere la terapia con tobramicina. La tobramicina può compromettere l'equilibrio della flora intestinale del bambino. Se compaiono disturbi digestivi nel lattante (candidosi intestinale, diarrea), si deve decidere se interrompere l'allattamento o interrompere/sospendere la terapia con tobramicina.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa