Visumidriatic Fenilefrina

22 maggio 2024

Visumidriatic Fenilefrina


Tags:


Cos'è Visumidriatic Fenilefrina (tropicamide + fenilefrina)


Visumidriatic Fenilefrina è un farmaco a base di tropicamide + fenilefrina, appartenente al gruppo terapeutico Midriatici e cicloplegici. E' commercializzato in Italia da Visufarma S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Visumidriatic Fenilefrina disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Visumidriatic Fenilefrina disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Visumidriatic Fenilefrina e perchè si usa


Midriasi per esame del fondo oculare. Diagnosi dei vizi di refrazione. Iriti, iridocicliti, uveiti.

Indicazioni: come usare Visumidriatic Fenilefrina, posologia, dosi e modo d'uso


Come midriatico: 1-2 gocce secondo prescrizione medica. A scopo terapeutico: Secondo le indicazioni mediche stabilite caso per caso.

Popolazione pediatrica

VISUMIDRIATIC FENILEFRINA è controindicato nei bambini di età inferiore ai 12 anni (vedere sezione 4.3).

Non vi sono dati disponibili riguardanti i bambini di età compresa tra i 12 e i 18 anni. VISUMIDRIATIC FENILEFRINA non è raccomandato in tali pazienti.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Visumidriatic Fenilefrina


Il prodotto non deve essere usato in caso di angolo irido-corneale stretto e in caso di glaucoma ad angolo stretto o chiuso.

Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Bambini di età inferiore ai 12 anni (vedere sezione 4.4).

Allattamento.

Visumidriatic Fenilefrina può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Nelle donne in stato di gravidanza il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità sotto il diretto controllo del medico. Se è indispensabile usare questo prodotto in una madre che allatta è necessario che la paziente sospenda l'allattamento (vedere paragrafo 4.3).

Quali sono gli effetti indesiderati di Visumidriatic Fenilefrina


Si possono riscontrare: aumento della tensione endoculare, aumento transitorio della pressione arteriosa sistolica e diastolica, tremore, pallore, sudorazione, tachicardia, palpitazioni, collasso, secchezza fauci, sete, riduzione del tono e della motilità dell'apparato gastroenterico ed urinario, cefalea, irritazione della congiuntiva e reazioni allergiche. Nei bambini di età inferiore ai 12 anni e negli anziani si possono avere reazioni psicotiche, disturbi del comportamento, collasso cardiocircolatorio (vedere paragrafo 4.3). Possono verificarsi reazioni di sensibilizzazione per la presenza come conservante del sodio etilmercurio tiosalicilato (vedere paragrafi 4.3 e 4.4).

Popolazione pediatrica

Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche.

Edema Polmonare-Frequenza non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili)

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo https://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico



Farmaci e integratori:

...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Covid-19: l’impatto sulla funzione cognitiva
Malattie infettive
12 aprile 2024
Speciale Coronavirus
Covid-19: l’impatto sulla funzione cognitiva
Gonorrea: in aumento tra i giovani europei
Malattie infettive
28 marzo 2024
Notizie e aggiornamenti
Gonorrea: in aumento tra i giovani europei
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su YoutubeSeguici su Instagram
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa